Con Robert Kubica legato da un contratto in scadenza a fine 2011 sottoscritto in tempi non sospetti, ovverosia quando il team Renault F.1 era al 75 per cento nelle mani della società Genii Capital del finanziere lussemburghese Gerard Lopez prevedendo ancora un diretto coinvolgimento della Casa madre, divenuta in ottica 2011 soltanto fornitrice di motori, a tenere banco in questi giorni è l’attesa riconferma del russo Vitaly Petrov, che stando a sentire le dichiarazioni rilasciate dall’amministratore delegato Dany Bahar rappresenta la prima scelta del Lotus Renault GP Team.

Petrov? – ha attaccato Bahar ai microfoni della BBC Radio – Ritengo si possa definire la scelta naturale in vista del Mondiale 2011. Mi auguro comunque che la squadra annunci la line-up entro la fine dell’anno”.

Il 26enne pilota originario dell’ex Unione Sovietica, è bene ricordarlo, gode del sostegno economico dell’azienda navale Vyborg Shipyard, dei produttori della vodka Flagman e del costruttore di automobili Lada, che dovrebbero preservare il vice campione GP2 Main Series 2009 da brutte sorprese.

Dall’altra parte della barricata, intanto, il Team Lotus di proprietà del magnate Tony Fernandes si interroga sulla possibilità di mantenere anche nel 2011 la livrea verde-oro esibita quest’anno da Jarno Trulli ed Heikki Kovalainen. La tonalità nero-oro, infatti, sarà come noto appannaggio del Lotus Renault GP Team.

E’ ovvio che il ritorno in pista della leggendaria colorazione nero-oro manderà in visibilio i supporters del nome Lotus in F.1”, ha ammesso con un pizzico di rammarico il direttore operativo Riad Asmat.

Ermanno Frassoni


Stop&Go Communcation

Con Robert Kubica legato da un contratto in scadenza a fine 2011 sottoscritto in tempi non sospetti, ovverosia quando il […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/bahar1.jpg Il CEO di Group Lotus Dany Bahar ammette: “Petrov è la nostra prima scelta”. Il team di Fernandes manterrà la livrea verde-oro?