Il Bahrain ha iniziato i preparativi per un ritorno di successo nel calendario della prossima stagione della Formula 1, dopo il rinvio definitivo deciso dalla FIA e dai team questa settimana.

Gli scontri avvenuti nella piccola isola del golfo Persico, tra il popolo e le autorità governative hanno costretto a saltare l’appuntamento di apertura del Mondiale 2011, previsto per il 13 marzo, e a non disputare il Gran Premio nemmeno a fine stagione, decisione che avrebbe sconvolto il calendario e i piani dei team che si sono opposti in massa a questa evenienza.

La Federazione ha programmato la prima gara del calendario 2012 proprio sul tracciato di Sakhir, e l’amministratore delegato del circuito, Shaikh Salman bin Isa Al Khalifa ha detto che pensa che l’assenza di quest’anno aumenterà la domanda di biglietti per il ritorno del Bahrain in F1 il prossimo 11 marzo.

“Stiamo anche pensando di espandere e costruire più tribune”, ha detto Saikh Salman al Gulf Daily News.

“C’è stata una battaglia interna tra la FIA, i team e Bernie Ecclestone; la stampa internazionale, ovviamente, ha giocato un ruolo importante”, ha aggiunto il responsabile dell’impianto. “Il Bahrain ha preso una decisione importante, aspettando il ritorno l’anno prossimo. Io personalmente sono d’accordo con la scelta e non vediamo l’ora di accogliere tutti qui nel 2012”.

Andrea D’India


Stop&Go Communcation

Il Bahrain ha iniziato i preparativi per un ritorno di successo nel calendario della prossima stagione della Formula 1, dopo […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/f1-240611-01.jpg Il Bahrain prepara un ritorno in grande stile nel Mondiale di F1