La vittoria conquistata da Jenson Button in Australia e le rimonte entusiasmanti di Lewis Hamilton dalle retrovie nel Gran Premio dell’Albert Park e in Malesia non sono bastate alla McLaren per giudicare pienamente soddisfacente il bilancio complessivo del primo scorcio di stagione.  

A rivelare l’esistenza di una delusione di fondo è il team principal della scuderia di Woking Martin Whitmarsh, in grado tuttavia di trarre dai tre Gran Premi fin qui disputati un prezioso insegnamento per il futuro: “Sulla base degli elevati standard qualitativi cui la McLaren è abituata, ovviamente l’avvio del Mondiale F.1 edizione 2010 non può avere soddisfatto quelle che erano le legittime attese del team. L’analisi potrebbe apparire eccessivamente critica considerando il successo ottenuto da Button a Melbourne e le ottime prestazioni di Hamilton, ma l’obiettivo della squadra consiste più che altro nel riflettere sul desiderio di primeggiare in qualsiasi condizione”.    

Secondo quanto riferito da Whitmarsh, il prossimo passo avanti della McLaren dovrà riguardare la necessità di abolire certi errori allo scopo di intensificare l’assedio verso le posizioni top della classifica: “La nostra qualità migliore è la forza che ci anima permettendoci di realizzare gli obiettivi prefissati. Siamo pertanto convinti che in vista della Cina e delle successive tappe europee la McLaren diventerà un rivale ancora più formidabile agli occhi delle scuderie avversarie”.  

Ermanno Frassoni


Stop&Go Communcation

La vittoria conquistata da Jenson Button in Australia e le rimonte entusiasmanti di Lewis Hamilton dalle retrovie nel Gran Premio […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/mcla3.jpg I vertici del team McLaren ammettono: “Aspettative non ancora soddisfatte”