“Il Gran Premio all’Eur porterebbe traffico ed innalzerebbe la soglia di inquinamento e rumore, peggiorando l’aspetto del quartiere…”. Queste le principali motivazioni che hanno portato l’85% dei romani (su 2138 votanti 1165 residenti all’Eur) a bocciare l’idea del GP nella capitale.

Il referendum, proposto dal Pd di Roma, potrebbe dare una battuta d’arresto al progetto, per la presentazione del quale Gianni Alemanno chiederà una proroga a Bernie Ecclestone. “E’ un rischio che dobbiamo assumerci, non possiamo non dare ascolto alla voce dei cittadini” – ha dichiarato il sindaco di Roma – “a gennaio presenteremo il progetto in termini compiuti”.

Il 93% dei cittadini recatisi nei quattro seggi allestiti presso il Municipio XII è parso preoccupato per l’aumento di traffico, inquinamento e rumore, mentre l’85% sostiene che gli svantaggi, nel caso si disputasse il Gran Premio, potrebbero essere notevolmente superiori a tutti i benefici.

Non ha tardato, in un clima da dibattito politico, la replica del centrodestra, convinta che tale referendum abbia generato tanto rumore senza alcun motivo valido.

Un referendum del tutto inutile proposto per ridare credibilità ad un partito in fase avanzata di letargo” – ha detto Samuele Piccolo, membro della Consulta del PdL per la Formula 1 e vicepresidente del Consiglio comunale – “mi sembra chiaro che i cittadini siano preoccupati per i livelli di traffico ed inquinamento, ma a questi quesiti sono chiamati a dare una riposta gli organizzatori dell’evento. Il GP porterebbe al quartiere dell’Eur, ma anche alla città intera una serie di vantaggi importanti”.

Andrea Carrato


Stop&Go Communcation

“Il Gran Premio all’Eur porterebbe traffico ed innalzerebbe la soglia di inquinamento e rumore, peggiorando l’aspetto del quartiere…”. Queste le […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/Roma1.jpg I residenti dicono no al GP di Roma