Lewis Hamilton è stato protagonista nel bene e nel male oggi a Hockenheim, in un venerdì caratterizzato dalle condizioni meteo ballerine. Incappato in uno spettacolare crash questa mattina, che lo ha relegato nelle retrovie, l’inglese è risalito nel pomeriggio chiudendo 7°. “Ovviamente, con quell’incidente ho danneggiato abbastanza pesantemente la vettura. L’asfalto era molto scivoloso, sono uscito dal limite dell’asfalto alla Curva 3, e cambiando marcia le ruote hanno pattinato finendo in testacoda. Ho cercato di correggere la direzione e questo mi ha portato sull’erba… a quel punto ero solo un passeggero. Ero piuttosto arrabbiato con me stesso, pensando soprattutto al duro lavoro che fanno i ragazzi del team”, confessa il portacolori della McLaren. “Anche oggi sono stati fenomenali”.

“È stato positivo riproporsi nelle posizioni che contano dopo le difficoltà del primo turno. Adesso ho una idea discreta sul comportamento della macchina, speriamo di fare passi avanti in serata. Il nuovo diffusore non è ancora perfetto”, aggiunge Hamilton. “Gli equilibri della vettura cambiano, bisogna adattarsi anche alla guida, ma c’è del potenziale”.

Sempre regolare il cammino del compagno di box Jenson Button, in evidenza nelle Practice 1 quando ha chiuso 3°. “La mattinata è stata utile, perché anche per domani ci sono altre possibilità di pioggia. Sul bagnato non abbiamo trovato un set-up perfetto, all’inizio. Sono però molto contento delle modifiche fatte dopo pranzo. Siamo competitivi anche sul passo: ci aspettiamo solo qualche problema di graining, ma non è nulla di grave”, commenta l’iridato in carica. “Mi auguro che anche il turno di domani mattina sia asciutto. Il nuovo fondo sembra funzionare bene, dobbiamo però analizzare i dati e capire quanto margine ci sia”.

Non ha sfigurato Nico Rosberg, atteso dinanzi ai propri connazionali al volante della Mercedes. Il tedesco si è mantenuto sempre a ridosso del gruppo di vertice, ma spera di progredire in vista di domani. “Questa mattina sul bagnato la monoposto era ottima e avevamo un bel passo. È stata più dura sfruttare le gomme intermedie, ma non abbiamo avuto modo di sfruttare molto. Credo che saremmo stati competitivi anche in questo caso”, racconta Rosberg. “Sull’asciutto, nel pomeriggio, il bilanciamento della macchina mi ha soddisfatto di meno, ma abbiamo dovuto concentrarci sui long-run senza guardare troppo al set-up. Vedremo adesso dove intervenire, ma senza prenderci troppi rischi”.

Ha risalito la china Michael Schumacher, addirittura penultimo nel turno d’apertura, ma 6° in quello pomeridiano. “Oggi tutto è stato un po’ movimentati per via delle condizioni meteo, ma siamo riusciti a mettere a punto bene la macchina. Nel complesso è stata una buona giornata. Una mia escursione fuori pista ha causato qualche danno al fondo scocca, e questo ha portato ad un’altra uscita”, afferma il sette volte iridato. “Per questo motivo abbiamo deciso di fermarci in lieve anticipo nel pomeriggio. Sul giro secco e sui long-run sembrano abbastanza competitivi, confermando quanto emerso già a Silverstone. Se tutto andrà bene, domani potremmo ambire al 5° o 6° posto, e magari a qualcosa di più in gara. Faremo tutto il possibile per ben figurare sul tracciato di casa”.


Stop&Go Communcation

Lewis Hamilton è stato protagonista nel bene e nel male oggi a Hockenheim, in un venerdì caratterizzato dalle condizioni meteo […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/f1-230710-011.jpg Hockenheim, Day 1: McLaren e Mercedes soddisfatte di questo venerdì ma ancora a caccia di miglioramenti