Quando una gara non va come sperato, la cosa migliore è poter tornare subito in pista. In questo senso Lewis Hamilton può essere contento dell’immediato arrivo del Gran Premio della Cina, con cui potrà lasciarsi alle spalle la delusione di Sepang.

“Non è mai facile, ma come sempre cercherò di trarre insegnamento anche dall’esperienza in Malesia. Mi sto già preparando per Shanghai e affronterò qualche giorno di preparazione”, racconta il driver della McLaren.

“La cosa più incoraggiante è il nostro ritmo sulla distanza: Jenson ha disputato una corsa fantastica e nel giri conclusivi è stato capace di avvicinarsi a Vettel. Credo che anche in questo week-end potremo proseguire la lotta con la Red Bull. Nei primi due appuntamenti, abbiamo visto che la Red Bull non è stata in grado di sfruttare tutto il proprio potenziale, e penso che sia importante continuare a metter loro pressione. In questo modo non potranno permettersi di fare errori”.

Il driver inglese, qui secondo nel 2010, è quindi estremamente determinato a cogliere il primo successo stagionale.

In Cina, inoltre, stabilirà un piccolo record: Hamilton, fra i piloti che in carriera hanno militato in un solo team, avrà il maggior numero di presenze nella storia della F1, raggiungendo quota 73. Jim Clark, con la Lotus, si fermò a 72.

“Non ho mai visto Clark in azione, ma so che sarà sempre ricordato fra i più grandi. Essere accostato a lui è per me un motivo di orgoglio e mi rende ancora più motivato”, ha commentato Lewis.


Stop&Go Communcation

Quando una gara non va come sperato, la cosa migliore è poter tornare subito in pista. In questo senso Lewis […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/f1-130411-03.jpg Hamilton suona la carica per la Cina: “Mettiamo pressione alla Red Bull”