Imola ha intrapreso un’azione legale contro l’accordo per mantenere il Gran Premio d’Italia, a Monza, nel calendario di Formula 1 fino al 2019.

Alla vigilia del Gran Premio d’Italia che ha visto trionfare le Mercedes, Monza aveva annunciato di aver trovato un accordo per far disputare il Gran Premio d’Italia sul suo circuito per i prossimi tre anni. Il contratto, però, non è ancora stato siglato.

La proprietà del circuito di Imola ha intrapreso un’azione legale contro Monza, in quanto trova illegittimo il fatto che solo Monza sia stata aiutata con fondi dal governo italiano. Capelli, il direttore del comitato organizzativo di Monza, ha riferito ad Autosport che la corte si riunirà il prossimo 26 ottobre per discutere del caso: “La corte di appello di Roma deciderà se sia legale o no che l’Autodromo di Monza sia l’unico ad avere il diritto di ricevere fondi dal governo”. Secondo la proprietà del circuito, teatro dello storico Gran Premio di San Marino fino al 2006, la mossa del governo italiano non è lecita.

Ecclestone ha dichiarato ad Autosport che il contratto per mantenere in calendario il Gran Premio d’Italia fino al 2019 sarà presto firmato, ma ha aggiunto che “dobbiamo ancora aspettare, Imola ha intrapreso le vie legali contro Monza“. Ecclestone, infine, ha anche aggiunto che la corsa “è al sicuro, ma non sappiamo quali conseguenze ci potrebbero essere dagli esiti giudiziari”.

Matteo Ferrera


Stop&Go Communcation

Imola ha intrapreso un’azione legale contro l’accordo per mantenere il Gran Premio d’Italia, a Monza, nel calendario di Formula 1 […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2016/09/f1-italia-monza-09092016-1-1024x576.jpg GP d’Italia a Monza fino al 2019, Imola non ci sta: “Illegale uso di fondi pubblici”