Finita la pausa estiva della F1, Toyota è pronta per il Gp d'Europa in programma questo fine settimana fra i marciapiedi del circuito cittadino di Valencia Porto, un tracciato che si snoda per 5,419 km lungo le strade attorno al porto della città, che ha ospitato l'America’s Cup. Seguendo il tracciato, movimentato da ben 25 curve, le vetture costeggiano il fronte del porto e attraversano perfino la sua imboccatura passando su un caratteristico ponte girevole.

La splendida ambientazione e gli yacht ormeggiati a pochi metri inevitabilmente richiamano alla mente Monaco, ma le caratteristiche del circuito si riveleranno probabilmente molto differenti, dato che si prevedono velocità massime di oltre 320 km/h e livelli medi di deportanza. Ciò significa che il pacchetto aerodinamico sarà simile a quello utilizzato a Hockenheim, con l'aggiunta di alcuni piccoli aggiornamenti a livello generale e la possibilità di ricorrere un'altra volta alla copertura motore ‘a pinna di squalo’.

Comunque, dopo il bottino di 10 punti in Ungheria, dove arrivando secondo Timo Glock ha raggiunto il miglior risultato del team, le aspettative per questo week-end sono alte, e la Toyota punta a ripartire da Valencia con un punteggio più pesante.

Jarno Trulli: "La pista sembra affascinante e il posto è fantastico, quindi sono davvero impaziente di correre questo Gran Premio. Dato che il circuito è nuovo per tutti, il team ha dedicato notevoli energie alla preparazione di questa gara, ma un pilota può iniziare a capire il tracciato solo scendendo in pista. I nuovi circuiti mi divertono perché rappresentano nuove sfide e si scopre sempre qualcosa di utile: ogni gara è unica… ed è proprio questo aspetto che mi stimola particolarmente! Comunque, anche se la pista è nuova conosco Valencia abbastanza bene per via di tutti i test che abbiamo condotto sull'altro circuito della zona; è una città vivace e sempre in fermento, quindi dovrebbe essere un week-end divertente. Inoltre penso che saremo competitivi, perché al momento siamo piuttosto forti; il nostro obiettivo è guadagnare altri punti e lottare di nuovo per il podio sarebbe davvero fantastico."

Timo Glock: "Dopo l'Ungheria sono ancora al settimo cielo: un risultato incredibile, e una sensazione fantastica. Spero che sia stato il primo di molti podi in Formula 1. La cosa importante è che abbiamo dimostrato quanto siamo competitivi in questo momento, incrementando il punteggio e consolidando il nostro quarto posto in classifica costruttori. All'interno del team si respira un'atmosfera di grande entusiasmo e ci stiamo impegnando tutti al massimo per migliorare ancora, ed è per questo che il podio ungherese è stato così soddisfacente. Valencia però è un'incognita, quindi è come partire da zero; in ogni caso, quando correvo in Champ Car ho disputato numerosissime gare cittadine su circuiti che in quella stagione per me erano quasi tutti nuovi, di conseguenza ho imparato ad adattarmi rapidamente. Comunque la pista sembra interessante ed è piuttosto lunga: lo spettacolo dovrebbe essere assicurato. Per ora sappiamo che venerdì ci aspetta un sacco di lavoro per adattare la vettura al circuito, ma al momento siamo in grande forma quindi sono ottimista per questo week-end."

Pascal Vasselon: "Siamo pronti per Valencia. Naturalmente, all'inizio ci siamo preparati per affrontare questa nuova pista basandoci sulle informazioni fornite dalla FIA, e questo ci ha permesso di anticipare alcuni profili di velocità per valutare, ad esempio, i requisiti in termini di frenata e deportanza. Poi alcuni componenti del team hanno assistito alle gare inaugurali disputate sul circuito alla fine di luglio e questo ci ha fornito ulteriori dati relativi a profili di velocità, traiettorie e asfalto. Presumibilmente la pista richiederà un carico aerodinamico medio e solleciterà notevolmente i freni, oltre al fatto che all'inizio sarà caratterizzata da un'aderenza piuttosto scarsa, situazione che però dovrebbe migliorare nel corso del week-end. Per quanto riguarda le prestazioni, ovviamente il nostro obiettivo è proseguire sui livelli di competitività dimostrati in Ungheria; basandoci sulle ultime gare, siamo convinti di poter diventare la terza scuderia più veloce. Comunque, Valencia servirà a scoprire quanto impiegano i team ad adattarsi a nuove condizioni, quindi sarà un week-end interessante e abbiamo tutti i motivi per essere più che fiduciosi."

Nella foto, Timo Glock


Stop&Go Communcation

Finita la pausa estiva della F1, Toyota è pronta per il Gp d'Europa in programma questo fine settimana fra i […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/l_01glock1.jpg Gp d’Europa – Toyota preview: Trulli e Glock a caccia del primo centro