Come da programma, non è stata una qualifica facile per il team Red Bull Racing sulle strade del circuito di Valencia. La vettura, che sin da ieri si era mostrata non competitiva come i rivali di Brawn e McLaren, anche oggi ha evidenziato qualche limite, e ha costretto Sebastian Vettel a chiudere in difesa con il quarto tempo in griglia. "Mi sarebbe piaciuto essere ancora più avanti domani, ma questo è il massimo che ho potuto fare e quindi sono contento, anche pensando al problema al motore di stamattina" ha detto Vettel. "La McLaren sembra davvero in forma e domani hanno grandi chance di vincere. Il tracciato mi piace anche se non è il massimo per la nostra macchina, vedremo cosa potremo fare".

Peggio è andata al compagno di squadra, che ha concluso con uno scoraggiante nono posto. "Ci aspettavamo una qualifica dura e siamo stati accontentati. Non è stata certo una buona giornata per noi, una delle peggiori prestazioni dell'anno, mi aspettavo qualche difficoltà ma non di essere in questa posizione. Ora spero di fare dei punti importanti" ha concluso un Webber non felicissimo.

Ferrari soddisfatta per il sesto tempo di Kimi Raikkonen. Il finlandese ha tenuto un passo discreto per tutto il weekend e, agguantata la Q3 per pochi millesimi, si è qualificato davanti ai diretti rivali di Williams e Renault, vista la superiorità delle altre scuderie. "Anche se non siamo veloci come chi ci è davanti, questa è una delle nostra migliori qualifiche stagionali. Per ora sono contento della F60, domani la mia gara si deciderà al via. Se riuscirò a passare qualcuno, potrò dire la mia, ma se finirò dietro qualcuno più lento sarà tutto compromesso".

Magra figura per il nostro Luca Badoer: al ritorno dopo 10 anni di stop e 10 mesi senza guidare, non è mai stato vicino agli avversari, chiudendo il Q1 con quasi 3 secondi di ritardo sul più veloce e 1,5 dal penultimo. "E' più o meno quanto ci aspettavamo" ha ammesso l'italiano. "Non guido da molto tempo, non conosco pista e vettura, bisogna essere pazienti perchè non sono Superman e ho bisogno di tempo per tornare competitivo. Sapevamo che non avrei potuto superare la Q1. Questa gara sarà il mio banco di prova per fare bene a Spa, pista tra l'altro che conosco e in cui sono sicuro farò meglio. L'obiettivo di domani è solo di concludere la gara".

Ben fatto anche per Nico Rosberg: "La qualifica è andata bene, sono settimo e visto il mio quantitativo di benzina, forse più di tutti i miei avversari, sono in ottima posizione per la gara. Non aveva senso mettersi dietro quelli con il kers per essere passati in partenza, meglio avere tanta benzina per una gara di sostanza. Domani mi aspetto punti pesanti".

Sfortunato Nakajima, che ha invece chiuso la Q1 al 17esimo tempo a causa di un problema alla vettura. "Avrei potuto finire nella top ten, ora dobbiamo solo sperare che la gara vada liscia e sfruttare il nostro buon passo".

Gabriele Russo


Stop&Go Communcation

Come da programma, non è stata una qualifica facile per il team Red Bull Racing sulle strade del circuito di […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/l__3gd3084-2.jpg GP d’Europa – Qualifiche: Sabato sottotono per la Red Bull, Raikkonen bene, Rosberg ottimista