Un venerdì sul circuito belga intenso per le squadre impegnate nella ricerca del miglior assetto in vista della gara. Al mattino la pioggia ha rovinato il lavoro dei team, che hanno comunque potuto provare in condizioni di bagnato nel caso l'umido si ripresentasse nel corso del weekend. Poche ore dopo, il tracciato è tornato perfettamente asciutto, permettendo di girare ottimamente per tutta la durata della seconda sessione.

In grande forma sono apparsi i due campioni del mondo, Lewis Hamilton e Kimi Raikkonen. L'inglese ha chiuso al primo posto, con il finnico a pochi centesimi scavalcato solo da Glock. Le libere si sono dimostrate estremamente competitive, con solo un secondo a staccare il primo dall'ultimo, fatta eccezione di Badoer. La McLaren ha dato prova di una buona velocità, mentre il secondo settore è stato il punto di maggiore difficoltà per le Ferrari: le rosse hanno inizialmente scelto un assetto molto scarico, che garantiva ottime velocità nel primo e terzo settore ma penalizzava fortemente nel tratto centrale, quello più guidato. Soddisfatto il campione in carica, che spera in un'altra prestazione di rilievo, forte di una vettura ritrovata: "Sono più felice di quanto mi aspettassi" ha ammesso Hamilton. "Non abbiamo il downforce che vorremmo e che ci aiuterebbe molto nel tratto guidato, ma grazie al kers possiamo recuperare negli altri due settori. L'auto non era al massimo, del resto abbiamo avuto in pratica una sola sessione per cercare il setup e quindi stanotte dovremo lavorare molto per cercare i migliori compromessi. Sembriamo competitivi e siamo molto contenti in ogni caso, ricordando dove eravamo fino a poco tempo fa".

Raikkonen: "Sono contento del lavoro svolto oggi e ho una buona sensazione. L'auto sembra veloce anche se non sappiamo con precisione quanto lo sono gli altri. Anche se abbiamo avuto un paio di problemi tecnici, non hanno avuto praticamente rilievo nel programma che abbiamo completato". 

Le due Brawn sono rimaste nelle retrovie nella seconda sessione, chiudendo al 17 e 18esimo posto. "E' stata una sessione difficile stamattina con il bagnato" ha commentato Button. "Ciononostante è sempre un vantaggio qui provare in queste condizioni, perchè non si sa mai quando può venire a piovere a Spa. La seconda sessione è stata molto utile invece e abbiamo lavorato con delle comparative di aerodinamica e setup, cercando anche di conoscere meglio gli pneumatici. Dobbiamo migliorare in alcune aree ma siamo confidenti per la qualifica".

Anche Barrichello ha confermato il lavoro svolto: "Abbiamo lavorato molto oggi con i setup, c'è ancora un bel po' che si può guadagnare per il massimo della vettura, il venerdi come sempre non dice la verità. Forse l'auto non sarà veloce come a Valencia, ma potremo sicuramente lottare per nei piani alti".

Alonso: "Abbiamo fatto molte prove oggi, soprattutto in P2 dove ci siamo potuti concentrare sulle gomme e sul bilanciamento. Per domani ci concentreremo alla ricerca di un'ottima posizione in griglia".

Alla ricerca del riscatto i due piloti Red Bull, nel tentativo disperato di raggiungere Button in classifica. "Penso che il mio quarto posto sia il massimo che si potesse fare. E' prevedibile perdere tempo prezioso a Spa per il brutto tempo, oggi non è stata un'eccezione. Oggi pomeriggio abbiamo provato molto e anche se non è stato tutto nel verso giusto possiamo considerarla una sessione proficua. Non è una brutta partenza per noi" sono state le parole di Mark Webber. Abbastanza soddisfatto anche il compagno di squadra Vettel: "Considerando il mio problema con il motore, il fatto che non si sia potuto girare stamane non è stata una grave sfortuna per me. L'auto si comporta bene e mi sento confidente per la gara. Amo questo circuito, per noi è un buon inizio".

Ancora un ultimo posto per Luca Badoer. L'italiano, seppur sia sembrato più a suo agio rispetto a una settimana fa, è ancora una volta stato il più lento di tutti, a circa 2 secondi dal compagni di squadra e uno dal penultimo. Si prospetta quindi un'ennesima qualifica di sofferenza, anche se il ferrarista non sembra eccessivamente preoccupato: "La mattina sono stato sufficientemente felice per la performance. Purtroppo non sono ancora riuscito a trovare il miglior setup per il mio stile di guida e quindi nel pomeriggio non avevo il giusto feeling per attaccare al massimo. Vedremo di risolvere i problemi domani nell'ultima sessione, poi il mio compito sarà quello di lottare per superare la Q1".

Gabriele Russo


Stop&Go Communcation

Un venerdì sul circuito belga intenso per le squadre impegnate nella ricerca del miglior assetto in vista della gara. Al […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/XPB_333348_HiRes-2.jpg GP del Belgio – Analisi e dichiarazioni delle Prove Libere: Hamilton e Raikkonen al top, nascoste le Brawn, Red Bull ottimiste