Ha fatto bene la Ferrari a favorire il ritorno al successo del proprio beniamino Fernando Alonso nel Gran Premio di Germania andato in scena a Hockenheim inducendo il suo compagno di colori Felipe Massa ad accontentarsi della piazza d’onore? Stando alle opinioni di numerosi ex piloti si direbbe di sì, anche se ovviamente il Consiglio Mondiale della FIA esprimerà un giudizio in merito soltanto il prossimo 8 settembre a Parigi, contribuendo forse a chiarire una volta per tutte la regola che proibisce i giochi di squadra.

Cerchiamo di essere seri – ha attaccato Gerhard Berger, un passato da uomo chiave in Bmw e Toro Rosso dopo il suo addio all’attività agonistica, sulle colonne di ‘Auto Motor und Sport’ – Alonso è il pilota sul quale la scuderia di Maranello deve puntare se vuole sperare di vincere il titolo. Il presidente Luca Cordero di Montezemolo l’ha ingaggiato per quello, ed è pronto a giocare una carta così importante ogni volta che si presenta l’occasione”.

Del medesimo avviso l’ex driver della Renault Nelson Piquet, che proprio di recente non ha nascosto di avere alcuni conti in sospeso con Massa, il quale si sarebbe risentito per i punti persi in seguito alla vicenda del crashgate di Singapore 2008: “Per Felipe non è una situazione semplice, visto che Alonso è arrivato in squadra dopo di lui. Il punto è che Fernando sa essere più veloce, e la Ferrari non intende perdere un’opportunità del genere per dare fiato ai sogni di gloria di Massa. Se a Felipe non sta bene la gerarchia venutasi a creare nelle maglie del Cavallino, beh, forse gli conviene trovare un modo per risultare più competitivo. Se al momento di approdare in Germania avesse potuto disporre di un bottino di punti maggiore rispetto ad Alonso, di sicuro i loro ruoli si sarebbero invertiti”. 

A suffragare quanto riportato da Berger e Piquet, peraltro due corridori di estrazione ben diversa considerata anche la relativa facilità con cui il secondo ha scalato le vette dell’automobilismo mondiale prima del licenziamento subito dai vertici Renault nel 2009, sembra poi esserci l’esito del successivo Gran Premio d’Ungheria: Alonso agevolmente secondo al traguardo nel ‘sandwich’ Red Bull confezionato da Mark Webber e Sebastian Vettel, Massa quarto al termine di una gara che l’ha visto distante anni luce dalle prestazioni dei rivali diretti. A Spa, in Belgio, il prossimo 29 agosto, un altro capitolo di una emozionante rincorsa iridata che potrebbe ancora annoverare la coppia McLaren formata da Lewis Hamilton e Jenson Button nelle vesti di terza incomoda e, perché no, scuderia-arbitro nell’assegnazione dei titoli 2010…

Ermanno Frassoni


Stop&Go Communcation

Ha fatto bene la Ferrari a favorire il ritorno al successo del proprio beniamino Fernando Alonso nel Gran Premio di […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/alonso13.jpg Gli ex piloti di Formula 1 Berger e Piquet jr difendono le scelte Ferrari: “Giusto favorire Alonso”