È stata una domenica ambivalente quella vissuta dalla Williams sul circuito di Melbourne. Da una parte un arrembante Pastor Maldonado, capace di rimanere senza troppi patemi costantemente nella top ten, dall’altra Bruno Senna, coinvolto nell’incidente al via con Daniel Ricciardo e poi costretto ad annaspare nelle retrovie per cercare una difficile rimonta.

Tuttavia entrambi le macchina non hanno visto la bandiera a scacchi, e molto dispiacere c’è per l’occasione persa da Maldonado, andato a muro nell’ultima tornata quando era 6° dietro a Fernando Alonso: “La macchina sembrava buona – ha detto senza fronzoli – Il nostro passo era veloce e consistente ed eravamo competitivi al punto giusto fino a quando siamo entrati nell’ultimo giro, che è  molto importante. Sfortunatamente ho solamente perso il retrotreno mentre stavo spingendo per prendere Alonso e non c’è stato nulla da fare”.

Bruno Senna invece ha faticato di più, concludendo anzitempo per l’incidente con Felipe Massa: “Ho avuto una grande partenza, ma ho cercato di prendere la traiettoria esterna alla prima curva ed ho sentito qualcuno entrare in contatto con me – ha messo in luce – Poi ho dovuto fare un pit-stop aggiuntivo che ha reso le cose difficili. La mia corsa sembrava migliore però ho avuto un groviglio con Massa, quindi la fortuna non era dalla mia parte oggi. Queste sono le gare comunque, ed adesso non vediamo l’ora di riprendere la prossima settimana in Malesia”.

Mattia Fachinetti


Stop&Go Communcation

È stata una domenica ambivalente quella vissuta dalla Williams sul circuito di Melbourne. Da una parte un arrembante Pastor Maldonado, […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/03/f1-180312-williams.jpg Gara a due facce per la Williams, ma in definitiva zero punti totali