A dispetto di quanto fu detto al termine del GP di Corea, il Direttore dell’Ingegneria Pat Fry ha fatto sapere che la Ferrari non interromperà lo sviluppo della F138.

I prossimi aggiornamenti, infatti, avranno il duplice compito di migliorare la monoposto attuale e di testare in pista alcuni componenti che saranno alla base del progetto 2014.

“Archiviato il tracciato cittadino di Singapore, ci aspetta una pista caratterizzata da curve medio-veloci ed un carico aerodinamico molto alto” ha commentato Fry. ““Dopo la curva ‘2’ c’è però un rettilineo molto lungo dove è stata fissata la zona DRS ed in quel punto saranno registrate le velocità più elevate”.

“Abbiamo in programma degli sviluppi in vista delle prossime gare per migliorare la performance della F138 e al contempo faremo anche delle prove da utilizzare per il progetto 2014. Non è facile provare queste nuove componenti, a causa dei cambiamenti regolamentari che riguarderanno sia il fronte motoristico che quello aerodinamico, ma ci sono dei piccoli sviluppi che potremo comunque verificare in pista, soprattutto per valutarne l’affidabilità. Il tutto si traduce in un piano di lavoro molto intenso che occuperà tutte le restanti prove del venerdì”.

Il capo progettista Nikolas Tombazis ha invece spiegato i cambiamenti alla galleria del vento, che sarà pronta per la fine di ottobre: “Abbiamo scoperto di avere problemi nella qualità del flusso, che non era uniforme come avrebbe dovuto essere e per prima cosa ci siamo concentrati su questo problema, poi abbiamo anche lavorato sulle dimensioni complessive della galleria che non erano delle migliori, perché non ci consentivano di ospitare modelli di maggiori percentuali. Infine anche il sistema di acquisizione dei dati necessitava di importanti aggiornamenti. Credo che su questo fronte il divario con la concorrenza sia stato annullato.”

Andrea Giustini


Stop&Go Communcation

A dispetto di quanto fu detto al termine del GP di Corea, il Direttore dell’Ingegneria Pat Fry ha fatto sapere […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2013/10/Alo_Monza_12-1024x682.jpg Fry: “Non abbiamo ancora abbandonato lo sviluppo della F138”