Frank Williams, storico proprietario dell’omonima scuderia impegnata in F.1 dalla seconda metà degli anni Settanta, assume posizioni molto simili a quelle della Ferrari in merito al doppio regolamento, che entrerà in vigore a partire dal Mondiale 2010 insieme alle nuove normative sul tetto massimo di spesa.

 

Il manager britannico ha ammesso che il team Williams si è sempre schierato a favore del ‘budget cap’ ritenendolo indispensabile per ridurre gli spropositati costi nel Circus della F.1, ma sostiene al tempo stesso la necessità di rivedere completamente il discorso relativo alle libertà tecniche concesse ai team aderenti al tetto di 40 milioni stabiliti da Max Mosley.   

Il nostro team supporta pienamente l’introduzione di un tetto massimo di spesa – ha confermato Frank Williams – mi piacerebbe tuttavia vedere tutti i team lavorare sullo stesso piano, senza ricorrere a regolamenti diversi, così come la FOTA intende sostenere nella prossima riunione prevista il 6 maggio”. 

Secondo l’opinione di Williams, la F.1 deve procedere verso un’unica direzione per evitare disparità di trattamento e conseguenti polemiche: “Rientrare nel tetto massimo di spesa rappresenterà indubbiamente una bella sfida per molte squadre, noi però siamo convinti che la FOTA lavorerà duro per trovare un’unità d’intenti utile per presentare un progetto comune alla Federazione Internazionale”.

Ermanno Frassoni


Stop&Go Communcation

Frank Williams, storico proprietario dell’omonima scuderia impegnata in F.1 dalla seconda metà degli anni Settanta, assume posizioni molto simili a […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/frank2.jpg Frank Williams sostiene il ‘budget cap’ ma si dice contrario all’introduzione del doppio regolamento