Dopo il difficile fine settimana passato lo scorso anno, la Formula 1 non trova nessun ostacolo in occasione del Gran Premio degli Stati Uniti di quest’anno, ospitato sempre nel circuito di Austin.

Ritorna alla vittoria Lewis Hamilton, assente dal gradino più alto del podio da ben sei gare. Nico Rosberg si accontenta del 2° posto, davanti alla Red Bull di Daniel Ricciardo, mentre la Ferrari è solamente quarta con Sebastian Vettel. Andiamo a vedere chi sale e chi scende in questo week-end texano.

UP

Lewis Hamilton – L’inglese cercava il riscatto dopo gli ultimi mesi passati sottotono. Ad Austin è arrivato il momento buono, conquistando la pole position e dominando l’intera corsa. Mancano ancora tre gare e meno di trenta punti dal suo compagno di squadra per conquistare il quarto titolo.
Fernando Alonso – 35 anni e non sentirli. Lo spagnolo è ancora un bambino con la fame di vincere, soprattutto dopo l’esultanza fatta via radio per il sorpasso riuscito su Carlos Sainz. Con una McLaren non certo da primi posti, arrivare quinti è una vera conquista.

DOWN

Ferrari – Ancora una volta la Rossa commette qualche errore di troppo, stavolta con una pistola inceppata che compromette la corsa – fino a quel momento eccellente – di Kimi Raikkonen. Non basta il 4° posto di Vettel, arrivato grazie anche al ritiro di Max Verstappen.
Red Bull – Stavolta anche la compagine anglo-austriaca ha qualcosa per cui mangiarsi le mani. Una incomprensione via radio porta il proprio pilota olandese a rientrare ai box, quando i meccanici non erano ancora pronti; si aggiunge anche un problema al motore a costringere al ritiro il giovane driver.

Luca Basso


Stop&Go Communcation

Dopo il difficile fine settimana passato lo scorso anno, la Formula 1 non trova nessun ostacolo in occasione del Gran […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2016/10/f1-statiuniti-upanddown-24102016-1.jpg Formula 1 – Austin, Round 18