Anche per quest’anno il vincitore del FIA Formula 3 European Championship avrà il privilegio di sostenere a fine stagione un test premio al volante della Ferrari di Formula 1. Un riconoscimento che rende ancora più interessante la partecipazione alla serie continentale, da quest’anno rinata a tutti gli effetti e capace già di attirare un consistente numero di iscritti.

“Quando abbiamo preso la decisione di riportare in vita il campionato europeo di F3 avevamo un solo obiettivo in mente: dare ai migliori talenti l’occasione di brillare. Essendo la F1, ovviamente, il traguardo finale per un giovane pilota ci sembrava molto importante premiare il vincitore con la prova di una Formula 1”, ha spiegato Gerhard Berger, presidente della Single Seater Commission istituita dalla FIA.

“Siamo contenti di aver raggiunto questo accordo con la Ferrari Driver Academy. Un pilota ha poche chances per calarsi nell’abitacolo di una macchina del genere. È una grande opportunità per imparare qualcosa in più e farsi notare”.

Nel 2012 a sfruttare questa chance è stato lo spagnolo Daniel Juncadella, che a novembre, sul circuito di Vallelunga, ha saggiato la F60 del 2009 insieme a Riccardo Agostini e Eddie Cheever, ultimi protagonisti dell’ormai defunta F3 tricolore.

“La Ferrari Driver Academy crede fermamente nel valore propedeutico della F3: dovrebbe far parte della carriera di ogni corridore, perché c’è un particolare equilibrio tra grip e potenza, che è l’ideale per imparare a condurre una monoposto”, ha sottolineato Luca Baldisserri, responsabile del programma giovani del team di Maranello.

Jacopo Rubino


Stop&Go Communcation

Anche per quest’anno il vincitore del FIA Formula 3 European Championship avrà il privilegio di sostenere a fine stagione un […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2013/02/f3-190213-02.jpg FIA Championship – Confermato il test premio sulla Ferrari di F1 per il vincitore