La Ferrari si prepara al Gran Premio del Bahrain guardando indietro ai test svolti durante l’inverno.

Fernando Alonso a Sepang ha conquistato a Sepang un altro quarto posto utile per la classifica mentre Kimi Raikkonen dalla Malesia ha portato a casa solo i trecento chilometri percorsi con la F14 T, dal momento che dopo l’incidente di inizio gara era chiaro che la zona punti era fuori discussione.

“Rispetto all’ultimo test in questo traciato abbiamo fatto grossi passi avanti per quanto riguarda la gestione della potenza elettrica e di quella termica nella power unit” ha commentato Alonso. “
L’aspetto più difficile da gestire sulla pista di Sakhir è senza dubbio quello della frenata: ci sono rettilinei molto lunghi seguiti da frenate secche cui fanno seguito curve da bassa velocità e poi altri rettilinei. Ci aspettiamo una gara dura, sappiamo che alcuni dei nostri rivali sono molto forti ma noi dobbiamo puntare in alto per recuperare il gap da loro il più presto possibile”.

“Torniamo in Bahrain dopo i test invernali con l’esperienza che ci viene dalle prime due gare della stagione” ha commentato Raikkonen. “A Sakhir dobbiamo fare buon uso di quanto abbiamo imparato fin qui. C’è ancora molto lavoro da fare ma tutti nel team stanno dando il massimo per ottimizzare il nostro potenziale il più velocemente possibile.
Non ci sono molte curve sulla pista di Sakhir ma è sempre piuttosto difficile ottenere un giro perfetto perché è complicato conciliare i settori veloci con le curve da affrontare a bassa velocità”.


Stop&Go Communcation

La Ferrari guarda al Bahrain forte dell’esperienza raccolta durante l’inverno e nelle prime gare […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2014/04/100167_tst2-1024x682.jpg Ferrari in Bahrain con un occhio all’inverno