L’assetto della Formula 1 subisce oggi un duro colpo: Ferrari e Red Bull, ossia il team più rappresentatitivo e quello campione in carica, hanno deciso di lasciare la FOTA.

Da entrambe le parti l’annuncio è arrivato nella giornata odierna, di fatto confermando la crisi d’identità che l’associazione delle squadre stava vivendo da qualche mese, a causa della disputa sul Resource Restriction Agreement, l’intesa (siglata dalle scuderie nel 2010) per ridurre di comune accordo i costi. “Nel considerare i passi successivi, la FOTA continuerà a lavorare con i suoi membri per raggiungere i suoi obiettivi”, ha commentato un portavoce.

Già a inizio anno, seppur per motivi differenti, si era registrata l’uscita della HRT: oggi, quindi, la FOTA non rappresenta più il pensiero di tutte le scuderie.

“È stata una decisione difficile e meditata a lungo, presa a malincuore dopo aver analizzato l’attuale situazione di stallo su alcuni degli argomenti che furono alla base della nascita dell’associazione, di cui la Ferrari stessa, attraverso Luca di Montezemolo, fu ideatrice e promotrice”, si legge nel comunicato diffuso da Maranello.

“Si rende necessario imprimere una nuova accelerazione perché la spinta propulsiva della FOTA si è ormai esaurita, nonostante il lavoro svolto dall’attuale presidente Martin Whitmarsh (team principal McLaren, ndr) sia stato eccellente, sempre rivolto a trovare un punto di accordo fra le diverse posizioni in modo da raggiungere il bene comune”.

“La Ferrari continuerà a lavorare insieme alle altre squadre per rendere più efficace ed efficiente l’attuale accordo sul controllo dei costi, per modificarlo e renderlo più stringente su determinati aspetti come l’aerodinamica, per riequilibrarlo su altri, come i test, e per allargarlo anche ad aree che non sono attualmente coperte, come il motore”.

Non si direbbe quindi uno scontro totale. Visione analoga a quella della Red Bull: “Il team rimarrà impegnato nel trovare una soluzione sul risparmio dei costi in F1”.

Proprio la compagine anglo-austriaca, dalla fine della passata stagione, è stata più volte accusata di aver violato l’agreement, fatto che, in ogni caso, non può portare a concrete sanzioni essendo al di fuori del raggio d’azione della FIA.


Stop&Go Communcation

L’assetto della Formula 1 subisce oggi un duro colpo: Ferrari e Red Bull, ossia il team più rappresentatitivo e quello […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/f1-021211-01.jpg Ferrari e Red Bull abbandonano la FOTA