Per il momento nessuna notizia ufficiale è trapelata da Maranello, ciononostante l’indiscrezione secondo cui sulle F60 di Felipe Massa e Kimi Raikkonen verrà installato il sistema di recupero dell’energia cinetica nell’imminente Gran Premio di Monaco a Montecarlo, si fa col passare delle ore sempre più attendibile.  

Sul circuito monegasco, caratterizzato dall’assenza di lunghi rettilinei e dalla penuria di staccate che permetterebbero una istantanea ricarica delle batterie, il KERS non dovrebbe garantire vantaggi particolari, pertanto la decisione di impiegare il dispositivo nel Principato sembrerebbe figlio della necessità Ferrari di non perdere in rapidità nelle delicate fasi della partenza, anche perché la F60 nasce come una vettura pensata in funzione del sistema di recupero dell’energia cinetica.  

In vista del Gran Premio di Monaco, Raikkonen si è mostrato insolitamente ottimista: “Grazie alle ultime modifiche introdotte a Barcellona molti parametri sono migliorati. A Montecarlo la Ferrari porterà ulteriori novità tecniche, quindi ritengo potremo essere protagonisti nelle prossime gare”.

Una voce ancora da confermare proveniente da Woking indica che anche la McLaren sarebbe intenzionata a montare il KERS a Montecarlo sulle vetture di Lewis Hamilton ed Heikki Kovalainen. Il finlandese però non è così convinto come il suo connazionale della Ferrari in merito alla validità del sistema: “Impiegare il KERS su un circuito cittadino? Francamente non sono sicuro sul fatto che nel Principato possa fare la differenza”.

Ermanno Frassoni


Stop&Go Communcation

Per il momento nessuna notizia ufficiale è trapelata da Maranello, ciononostante l’indiscrezione secondo cui sulle F60 di Felipe Massa e […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/mas.jpg Ferrari considera l’impiego del KERS nel Gran Premio di Monaco