L’emblema della Ferrari, vogliosa comunque di riuscire a mettersi in evidenza da qui alla fine della stagione, è sicuramente Fernando Alonso. Il pilota spagnolo, grazie anche alla vicinanza con l’Italia, è entrato da subito nella maggior parte del cuore dei tifosi della Rossa, e nonostante un 2011 iniziato male non intende mollare la presa fino a quando possibile.

L’asturiano è chiaro così come lo sono i suoi obiettivi: “Dobbiamo cercare di vincere quante più gare possibile – ha detto convinto – Siamo realisti e sappiamo che la situazione nel Campionato è quella che è ma abbiamo visto tante volte che si possono verificare dei ribaltoni. Poi siamo la Ferrari e abbiamo l’obbligo morale di pensare sempre al massimo traguardo: un occhio all’Iride lo terremo sempre, almeno fino a quanto ci sarà una minima possibilità. Certo, noi dobbiamo cominciare a vincere e dobbiamo sperare che Vettel faccia qualche errore o che abbia dei problemi”.

Ogni gara inoltre da qui a fine stagione rappresenta uno stimolo per Alonso: “A Spa non ho mai vinto in Formula 1 e sarebbe bello riuscirci poi c’è Monza, che è speciale e mi piacerebbe risentire quelle sensazioni incredibili provate l’anno scorso – ha proseguito – Si va a Singapore, dove ho già vinto 2 volte e una terza sono salito sul podio: una gara magica per me. Vincere a Suzuka è bellissimo per la natura della pista e in Corea l’ho già fatto quindi il bis sarebbe il benvenuto così come sarebbe bello scrivere il mio nome nella prima riga dell’albo d’oro del Gran Premio dell’India. Abu Dhabi? Beh, lo sapete tutti che mi piacerebbe cancellare dei brutti ricordi legati a quella pista… E in Brasile ho vinto entrambi i miei titoli iridati!”.

Tuttavia Fernando è realista e nono vuole creare false illusioni: “La Formula 1 è uno sport troppo complesso per lasciare spazio ai proclami – ha riferito al termine – Ci vuole che tutti rendano al massimo per vincere, non basta il genio del singolo. Prendete lo stesso Adrian Newey: non è che era arrivato alla Red Bull e aveva di colpo creato una macchina vincente. Ci ha messo degli anni a far arrivare tutta la squadra al livello dove si trova ora. Ci vogliono ottime persone, strutture e, ovviamente, anche un pizzico di genio. Noi, ne sono convinto, abbiamo anche il genio…”.

Mattia Fachinetti


Stop&Go Communcation

L’emblema della Ferrari, vogliosa comunque di riuscire a mettersi in evidenza da qui alla fine della stagione, è sicuramente Fernando […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/10/f1-080811-alonso-wrooom.jpg Fernando Alonso: “Un occhio al Titolo Mondiale lo terremo sempre”