Fernando Alonso è stato protagonista di un weekend complicato che non gli ha permesso di avvicinarsi al podio, nonostante lo spagnolo della Ferrari abbia messo in evidenza in generale un buon passo e tanta grinta da vendere. Il sesto posto conclusivo non lo può certamente accontentare se non vuole che Sebastian Vettel prenda già troppo il largo.

Tuttavia Alonso è soddisfatto del comportamento generale del pacchetto a sua disposizione: “Sono contento di questa gara: non del risultato ma del fatto che siamo stati finalmente competitivi, in grado di lottare ruota contro ruota per un posto sul podio – ha dichiarato alla stampa – Questo ci dà una motivazione in più in vista della prossima gara in Cina”.

Il contatto con Lewis Hamilton, per il quale i commissari hanno deciso di sanzionare entrambi i piloti di 20’’, rientra nei normali episodi di corsa, secondo l’asturiano: “Non siamo stati fortunati: se l’ala posteriore mobile avesse sempre funzionato avrei potuto passare facilmente Hamilton sul rettilineo, invece abbiamo dovuto lottare duramente – ha voluto sottolineare – Lui si è difeso molto bene e, purtroppo, ci siamo toccati: mi si è rovinato l’alettone e sono dovuto rientrare ai box per sostituirlo, perdendo così la possibilità di salire sul podio”.

Infine Fernando è conscio del momento difficile che sta attraversando tutto il team, ma lui è il primo a non voler mollare: “A Shanghai ci aspetta un altro weekend difficile, ne siamo consapevoli – ha continuato nel suo discorso – Avremo qualcosa di nuovo ma non sappiamo quanto ci consentirà di progredire. Tutti sappiamo che in questo momento dobbiamo stringere i denti ed è quello che faremo: il campionato è ancora molto lungo e non dobbiamo lasciare nulla d’intentato”.

Mattia Fachinetti


Stop&Go Communcation

Fernando Alonso è stato protagonista di un weekend complicato che non gli ha permesso di avvicinarsi al podio, nonostante lo […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/f1-10042011-alonso-malesia.jpg Fernando Alonso: “Sono contento di questa gara, non del risultato”