Fernando Alonso non è riuscito a festeggiare il suo 31° compleanno con la 31° vittoria della sua carriera, ma lo spagnolo può certamente sorridere nonostante il 5° posto conquistato in Ungheria. Il capoclassifica infatti ha allungato il divario in graduatoria sul primo inseguitore Mark Webber a 40 punti, entrando dunque nel mese di pausa estiva con un bel bottino di vantaggio nei confronti dei vari inseguitori, tutti vicini fra loro.

Il ferrarista sa bene dell’importanza di questo piazzamento e non lo nasconde: “È un risultato positivo, non ci sono dubbi – ha ammesso nel paddock – Sapevamo che sarebbe stato un fine settimana complicato perché non eravamo sufficientemente veloci ma, nonostante tutto, siamo riusciti ad estendere il vantaggio su Webber. Nell’ottica del Campionato è quindi un weekend molto buono. Essere riusciti in condizioni come queste ad arrivare davanti ad una Red Bull e subito dietro l’altra è stato importante perché, sulla carta, il piazzamento che ci spettava era il settimo. Hamilton era per noi irraggiungibile in questo fine settimana ma non abbiamo perso molto terreno su Vettel e questi sono, secondo me, i rivali più forti nel gruppo che sta alle mie spalle in classifica”.

Alonso ha lottato con i denti anche in una domenica a lui sfavorevole sulla carta: “Abbiamo fatto le scelte giuste in termini di strategia: è vero che ho perso un po’ di tempo dietro Perez e questo mi è costato la posizione rispetto a Raikkonen ma il finlandese era probabilmente fuori portata oggi pomeriggio – ha ammesso a tal proposito – Abbiamo una dote di 40 punti, accumulata con una vettura che non è stata la migliore in questa prima parte della stagione. Ora dovremo cercare di fare un bel salto in termini di prestazione per permetterci di tenere la testa del Campionato perché quello che abbiamo adesso, a lungo andare, non basterà”.

Fernando sa di poter contare sulla sua regolarità, ma nell’immediato guarda alle vacanze: “Se siamo arrivati a questo punto è stato perché abbiamo sempre tirato fuori il meglio da quanto avevamo a disposizione e perché abbiamo avuto un livello di affidabilità eccellente: non si fanno per caso 23 piazzamenti consecutivi in zona punti – ha concluso – Luglio è stato un mese duro e stressante, con tre gare e tanto lavoro in fabbrica. Ora voglio staccare un po’ per ricaricare appieno le batterie e ripresentarmi a Spa preparato a puntino, con la speranza che la seconda parte della stagione sia positiva e produttiva come lo è stata la prima. Ci sono cinque settimane di tempo per riposarci e per lavorare, pensando al futuro, a cominciare da 2 gare molto impegnative come quelle di Spa e Monza”.

Mattia Fachinetti


Stop&Go Communcation

Fernando Alonso non è riuscito a festeggiare il suo 31° compleanno con la 31° vittoria della sua carriera, ma lo […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/07/f1-300712-alonso.jpg Fernando Alonso soffre ma consolida il primato: “Un buon risultato, nessun dubbio”