Era dal Gran Premio di Singapore del 2010 che Fernando Alonso e la Ferrari non ottenevano la pole position. Da allora sono passate quasi due stagioni e un dominio della Red Bull, contraddistinto da 4 Titoli Mondiali complessivi. La pole però, da qualche tempo a questa parte, sembrava essere a portata della Rossa e, dopo una Q2 nella quale era riuscito a salvarsi per il rotto della cuffia nonostante le bandiere gialle, lo spagnolo ha poi strappato la 1° piazzola per pochi centesimi ai danni di Mark Webber.

Alonso oltre ad analizzare le prove, non dimentica quanto accaduto a inizio settimana: “Prima di tutto voglio dedicare questa pole position a Maria de Villota, che sta vivendo un momento particolarmente difficile – ha sottolineato – Tutti noi sentiamo un po’ di tristezza in questi giorni e siamo vicini a lei e alla sua famiglia. È stata una pole a sorpresa perché in condizioni come queste non sai mai che cosa può accadere. Sull’asciutto la macchina andava molto bene ma sul bagnato tutto poteva essere diverso, anche se la F2012 ha dimostrato di non essere male nemmeno con la pioggia, pensando alla Malesia e ai test del Mugello. Nel pomeriggio bisognava cercare di essere al posto giusto al momento giusto e con le gomme giuste e, per riuscirci, ci voleva anche un po’ di fortuna”.

Fernando è contento ma non vuole entusiasmarsi troppo per questa pole: “Per una volta abbiamo avuto la buona sorte, come nel testacoda all’inizio di Q2 o quando sono riuscito a passare in Q3 per un pelo dopo l’interruzione: nell’ultimo giro avevo una macchina davanti e la visibilità era davvero precaria e poi ci sono state le bandiere gialle nelle ultime curve ma alla fine ce l’ho fatta a qualificarmi per la fase successiva – ha analizzato in seguito – Quella di oggi è una pole importante, anche se sappiamo che è giunta in condizioni particolari. Dobbiamo ancora ottenerne una sull’asciutto per poter dire di aver chiuso il gap con i migliori. Domani spero in una gara noiosa, per una volta che parto davanti a tutti”.

Mattia Fachinetti


Stop&Go Communcation

Era dal Gran Premio di Singapore del 2010 che Fernando Alonso e la Ferrari non ottenevano la pole position. Da […]

Fernando Alonso, in pole dopo quasi 2 anni: “Dedico la pole a Maria de Villota”