Giornata senza acuti per la Ferrari a Sakhir. Le prove libere del Gran Premio del Bahrain ci hanno consegnato una F2012 ancora lontana dal poter lottare al vertice (sorprese escluse), con Fernando Alonso autore dell’ottavo tempo nel pomeriggio.

Difficile del resto aspettarsi di più, visto che la vettura è di fatto la stessa messa in pista in Cina nello scorso weekend, in cui le Rosse hanno decisamente faticato.

“Tradizionalmente sono sempre andato bene su questa pista, una delle poche dove ho vinto tre volte. è quindi sempre un piacere guidare a Sakhir e anche oggi mi sono divertito. Il primo giorno del Gran Premio del Bahrain è sempre molto difficile perché le condizioni della pista non sono mai ottimali, soprattutto a causa della sabbia e del vento”, ha spiegato lo spagnolo.

“Inoltre, questo tracciato viene utilizzato molto raramente, il che contribuisce ad avere un venerdì di non facile interpretazione. Magari più che altrove. Per questo basare tutte le scelte in termini di assetto su quanto si è visto oggi non è sempre la mossa giusta perché dobbiamo essere consapevoli che la pista cambierà molto da qui a domenica”.

“Abbiamo cercato di verificare nella maniera migliore il comportamento degli pneumatici: sono gli stessi di Shanghai ma le temperature sono ben diverse. C’è ancora molto lavoro da fare, soprattutto sul posteriore, per cercare di trovare maggior aderenza”, ha concluso il ferrarista.


Stop&Go Communcation

Giornata senza acuti per la Ferrari a Sakhir. Le prove libere del Gran Premio del Bahrain ci hanno consegnato una […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/04/f1-200412-01.jpg Fernando Alonso in cerca di maggior grip a Sakhir