Nel suo abituale incontro del giovedì con la stampa, Fernando Alonso è stato molto chiaro su ciò che lui e la Ferrari dovranno fare questo weekend in Canada.

“Speravamo in risultati più consistenti, ma a Monaco non abbiamo raccolto così tanti punti. Quindi adesso abbiamo bisogno di quattro o cinque gare in cui saliamo sul podio, o almeno andarci molto vicini, per recuperare alcuni dei punti che abbiamo perso”, la valutazione di Fernando sulle sfide in arrivo nel breve periodo.

“Tutte le gare sono diverse e uniche, e questo sarà un fine settimana complicato dalle condizioni meteo. Tutto può succedere, specialmente con il bagnato. E abbiamo visto nelle qualifiche a Monaco: quando arriva la pioggia, tutto diventa caotico. Il che significa che se non sei in pista alla fine quando la pista si sta asciugando, oppure se incontri una bandiera gialla, oppure commetti un piccolo errore, allora sei fuori. Quindi sarà una situazione di massima concentrazione per fare bene qui e anche nelle prossime gare, a Silverstone, in Germania e in Ungheria. Quindi ogni giovedì ripeteremo che dobbiamo fare punti importanti”.

Sebbene Fernando abbia chiaramente tanto talento naturale e capacità su cui contare, il pilota Ferrari vede ancora la dea bendata giocare un ruolo in campionato. “Abbiamo avuto alcuni episodi sfortunati quest’anno, come quando in Malesia ho avuto un leggero contatto che mi ha messo fuori gara, mentre per esempio abbiamo visto Hamilton e Vettel toccarsi a Barcellona ed essere entrambi in grado di continuare”, ha detto Alonso.

“Comunque a Monaco si è trattato semplicemente di una mancanza di passo. A questo punto della stagione abbiamo due punti in più dello scorso anno quando eravamo in testa al Mondiale. Quindi in un certo senso stiamo facendo leggermente meglio. Quello che non è normale è la quantità di punti raccolti da Sebastian (Vettel, ndr) nelle ultime sei gare: molti! Dobbiamo cercare di finire davanti a lui, perché tutti accusano un po’ di sfortuna in un punto della stagione e capiterà anche a lui. Kimi l’ha avuta a Monaco con l’incidente, e adesso siamo solo a cinque lunghezze da lui”.

Una volta ogni tanto a Fernando viene chiesta una valutazione sul suo compagno di squadra. Oggi è stata una di quelle occasioni: “Felipe (Massa, ndr) è un pilota di grande talento. Non scenderesti in pista per la Ferrari per otto stagioni se non avessi il talento per farlo”, ha sottolineato lo spagnolo. “Poi c’è l’impegno e il duro lavoro con la squadra, perché non si tratta solo di guidare la domenica. E Felipe lavora duramente tutto l’anno con gli ingegneri in fabbrica. Quest’anno Felipe è ritornato a un livello molto competitivo, è veramente forte, e lavoriamo insieme per la squadra e per lottare per i due titoli”.

Per quanto riguarda il tracciato canadese, non sempre questa pista ha dato soddisfazioni al pilota Ferrari: “È vero che non abbiamo mai colto grandi risultati qui”, ha commentato Fernando. “Un po’ di inconsistenza è dipesa da strane circostanze verificatesi, ma è una pista un po’ difficile da capire poiché cambia nel corso di tutto il fine settimana: non solo l’asfalto, ma anche il vento può cambiare molto, il che influenza il punto di staccata. Inoltre non c’è spazio per gli errori, proprio come in un circuito cittadino con i muri così vicini. Ma speriamo quest’anno di poter fare meglio”.


Stop&Go Communcation

Nel suo abituale incontro del giovedì con la stampa, Fernando Alonso è stato molto chiaro su ciò che lui e la Ferrari dovranno fare questo weekend in Canada…

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2013/06/f1-alonso-060613-03.jpg Fernando Alonso in Canada: “Concentrazione massima”