Che il rapporto tra Fernando Alonso e la Ferrari, giunto al terzo anno di unione, stia vivendo un momento di crisi è ormai sotto gli occhi di tutti: la mancanza di prestazione della F138 rispetto alla Red Bull e le continue voci circa un possibile passaggio di Kimi Raikkonen alla scuderia di Maranello al posto di Massa, stanno inevitabilmente scuotendo alle fondamenta il binomio.

“Ma siete veramente degli scemi….mamma mia ragazzi”, è questo il team radio che scuote il post qualifiche del GP d’Italia; uno sfogo dell’asturiano verso la squadra in diretta tv che ha lasciato di stucco i tifosi ferraristi e non. Perchè spesso si sentono i piloti alla radio lamentarsi della vettura, del comportamento degli avversari, ma non si era mai sentita una offesa rivolta alla squadra rea, a torto o a ragione, di non lavorare al meglio.

La frase incriminata è arrivata nella fase decisiva della Q3: Alonso e Massa entrano in pista uno dietro l’altro per sfruttare la scia nei lunghi rettifili di Monza, ma si trovano in mezzo la Mercedes di Rosberg che rallenta lo spagnolo costringendolo a perdere metri dal brasiliano.

Alla fine il giro di Alonso risulterà di un centesimo più lento rispetto a quello del compagno, scavalcato anche dal sorprendente Nico Hulkenberg, autore di un giro magistrale con la Sauber motorizzata Ferrari.

In conferenza stampa lo spagnolo ha saggiamente smorzato i toni dando la sua personale versione: “Il mio messaggio in radio è stato male interpretato, come spesso accade quando non si vivono le azioni in prima persona: l’espressione ‘geni’ si riferiva al fatto che saremmo potuti uscire prima del passaggio di Rosberg nel suo giro veloce, ma questo non deve creare dubbi sul lavoro impeccabile di tutta la squadra“.

Lo spagnolo si è soffermato poi sul risultato delle qualifiche: “Oggi siamo riusciti ad essere competitivi in tutte e tre le sessioni e ad avvicinarci come mai all’alettone delle Red Bull: per la prima volta non ci sono tante macchine tra noi e loro, a parte Hulkenberg che in Q3 è stato molto forte e che dobbiamo cercare di superare al primo giro per non farle scappare“.

Sull’accaduto è intervenuto anche il presidente della Ferrari Luca Cordero di Montezemolo: “Fernando è un grande pilota e ha fatto tanto per la Ferrari e a ragione si è dispiaciuto per risultati non raggiunti: in questo senso io sono più dispiaciuto di lui, ma in una grande famiglia si vince e si perde insieme e ora mi aspetto il massimo da tutta la squadra“.

Andrea D’India

twitter: @andrea88F1


Stop&Go Communcation

Che il rapporto tra Fernando Alonso e la Ferrari, giunto al terzo anno di unione, stia vivendo un momento di […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2013/09/alonso-2013.jpg Fernando Alonso e quel team radio di troppo