Per Fernando Alonso le qualifiche del Gran Premio del Belgio non sono andate come in molti si sarebbero potuti attendere, visto il risultato della terza sessione di libere del mattino. Tuttavia lo spagnolo, ancora una volta, può vedere il bicchiere mezzo pieno: il suo 5° posto è positivo in ottica Mondiale, perché dei rivali diretti il solo Kimi Raikkonen, 3°, è davanti a lui, mentre Lewis Hamilton, Sebastian Vettel e Mark Webber gli sono finiti alle spalle.

Il ferrarista non è troppo sorpreso dal piazzamento conquistato: “Il 6° posto di oggi pomeriggio è in linea con la media dei piazzamenti, 6,08 per essere precisi, ottenuti quest’anno in qualifica, quindi non possiamo essere molto sorpresi della nostra posizione – ha affermato ai media – Di solito, la domenica andiamo più forte del sabato quindi possiamo guardare con relativa fiducia alla gara, soprattutto alla luce del fatto che molti dei miei avversari diretti prenderanno il via alle mie spalle e un altro, Kimi, non è molto lontano davanti a me: se questo risultato dovesse ripetersi anche domani onestamente ci metterei la firma!”.

La penalizzazione di Maldonado lo fa scalare in avanti di una posizione, e soprattutto dal lato pulito della griglia: “Il nostro obiettivo è il podio mentre credo che la vittoria sia fuori dalla nostra portata – ha proseguito nella disamina – È vero che è una gara molto aperta, anche perché i sorpassi sono relativamente agevoli su questo tracciato. Il fatto di non avere dati sulla durata delle gomme non è penalizzante perché siamo tutti nelle stesse condizioni: in ogni caso, conosciamo bene entrambe le mescole quindi non mi aspetto particolari problemi sotto questo profilo. Piuttosto, è chiaro che non aver potuto girare ieri ha impedito di ottimizzare la vettura sotto diversi punti di vista ma anche in questo caso siamo tutti sulla stessa barca”.

Proprio il non aver avuto molto tempo per preparare le monoposto può aver inciso sulle performance in qualifica: “Questa potrebbe essere la spiegazione dei rendimenti diversi fra un pilota e l’altro all’interno della stessa squadra – ha concluso – Le novità che abbiamo introdotto hanno portato un beneficio in termini di velocità di punta, il che è positivo anche in vista di Monza, dove correremo fra pochi giorni. È un Campionato equilibratissimo, dove se non fai tutto alla perfezione ti ritrovi subito nelle retrovie: per questo i dettagli sono importanti e noi cerchiamo di essere sempre superconcentrati su ogni minimo particolare”.

Mattia Fachinetti


Stop&Go Communcation

Per Fernando Alonso le qualifiche del Gran Premio del Belgio non sono andate come in molti si sarebbero potuti attendere, […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/09/f1-010912-alonso.jpg Fernando Alonso davanti a molti rivali: “Relativamente fiducioso per la gara”