Dopo le ultime qualifiche sotto l’acqua a Silverstone e Hockenheim si pensava che la Ferrari fosse tornata definitivamente fra le macchine da battere. Invece, in condizioni d’asciutto, la Rossa ha faticato non poco a tenere il passo durante le prove di Budapest, con il capoclassifica Fernando Alonso appena in 6° posizione, seguito subito alle spalle da Felipe Massa.

I fari degli addetti ai lavori erano puntati su Alonso, il quale però è apparso sereno davanti ai microfoni: “Ci attendevamo una qualifica molto difficile e così è stato – ha subito ammesso – Avevamo visto almeno 8 vetture, due McLaren, due Force India, due Red Bull e due Lotus, molto competitive e, pertanto, già il traguardo di Q3 costituiva un obiettivo difficile da raggiungere. Ce l’abbiamo fatta e siamo anche riusciti a migliorare un po’ il comportamento della vettura nell’ultima fase, lavorando sulla pressione degli pneumatici e sull’ala anteriore”.

Lo spagnolo sa che la rimonta è difficile, ma anche il meteo potrebbe rivoluzionare le carte in tavola: “Sicuramente non abbiamo fatto un giro perfetto: abbiamo perso un paio di decimi in qualche curva – ha sottolineato – Il vento era più intenso rispetto che in mattinata e ha preso di sorpresa un po’ tutti, credo. Tutto considerato, la 6° posizione non è un risultato da disprezzare, tutt’altro. È vero che qui i sorpassi non sono certo facili ma potrebbe anche piovere in gara e sappiamo che, in questo caso, tutto potrebbe cambiare. Inoltre, c’è l’incognita legata al comportamento degli pneumatici perché nessuno li ha potuti davvero provare sulla lunga distanza”.

Il vantaggio in classifica mette Fernando al riparo da possibili sorprese, per questo l’obiettivo è di fare punti: “Dovremo essere superconcentrati, soprattutto nella gestione delle gomme – ha riferito al termine – Sull’asciutto non siamo ancora in grado di lottare per le primissime posizioni, ne eravamo perfettamente consapevoli. Di solito in gara la situazione migliora e speriamo quindi di poter conquistare un posto fra i primi quattro o cinque quando passeremo sotto la bandiera a scacchi. Il nostro obiettivo sarà quello di marcare il rivale più vicino nella classifica Piloti e oggi sappiamo di partire davanti a lui. Vedremo quale sarà la situazione domani sera”.

Mattia Fachinetti


Stop&Go Communcation

Dopo le ultime qualifiche sotto l’acqua a Silverstone e Hockenheim si pensava che la Ferrari fosse tornata definitivamente fra le […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/07/f1-280712-alonso.jpg Fernando Alonso coi piedi per terra: “Puntiamo a un posto fra i primi 4 o 5”