La prova della Ferrari a Shanghai sicuramente non è stata fra quelle da ricordare ed ha riportato la scuderia di Maranello, qualora ce ne fosse bisogno, coi piedi assolutamente piantati per terra. Infatti, dopo il successo quasi insperato di Fernando Alonso in Malesia, lo spagnolo si è dovuto accontentare di due punti iridati, confermando la 9° posizione in griglia, complice una strategia su tre soste che non ha pagato.

Lo stesso Alonso è ben conscio delle difficoltà attuali che deve affrontare tutta la squadra: “Sapevamo che sarebbe stata una corsa difficile e così è stato – ha ammesso senza fronzoli – Siamo stati sempre nel traffico, senza avere la possibilità di sfruttare il potenziale della vettura, e quando si sta dietro ad altre vetture le gomme si rovinano molto più facilmente. Avendo scelto di fare tre soste era chiaro che saremmo stati costretti a fare dei sorpassi ma con la velocità di punta che abbiamo si è rivelato praticamente impossibile sul rettilineo principale mentre io mi sono dovuto inventare dei sorpassi in altri punti del tracciato dove riuscivo a sfruttare al meglio la vettura”.

L’asturiano a questo punto è già proiettato all’appuntamento di settimana prossima, per il quale non nutre particolari speranze: “Ovviamente, questo non mi rende molto ottimista per il Bahrain, una pista dove trazione e velocità sono fondamentali, proprio le aree in cui siamo più carenti – ha proseguito nella disamina – Anche la prossima settimana dovremo cercare principalmente di limitare i danni. Oggi non voglio pensare alla classifica perché la priorità è il miglioramento della prestazione della F2012”.

Proprio la classifica iridata ora vede Fernando dietro alla coppia McLaren, ma da combattente non intende alzare già bandiera bianca: “Questo non significa però che abbia perso le speranze, tutt’altro – ha concluso – L’anno scorso ci abbiamo creduto fino a Spa e non c’è nessun motivo per non farlo adesso che sono al 3° posto in classifica a sole 8 lunghezze dal primo. Certo che però dobbiamo fare un bel passo in avanti per rendere la vettura più veloce. In Spagna avremo delle novità importanti ma anche gli altri ne porteranno e quindi non è che mi aspetto il miracolo di andare un secondo più forte rispetto agli altri”.

Mattia Fachinetti


Stop&Go Communcation

La prova della Ferrari a Shanghai sicuramente non è stata fra quelle da ricordare ed ha riportato la scuderia di […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/04/f1-150412-alonso.jpg Fernando Alonso bloccato dalla strategia: “Eravamo sempre nel traffico”