Così come a Silverstone Fernando Alonso si è dimostrato il re della pioggia in occasione delle qualifiche del Gran Premio di Germania. Dopo una Q1 tirata sull’asciutto, l’acqua si è riversata su Hockenheim e nel round decisivo delle prove il ferrarista ha stampato la pole per il secondo appuntamento consecutivo, grazie anche a una strategia diversa con la quale ha montato un nuovo set di gomme da bagnato pochi minuti prima del termine della sessione.

Lo spagnolo ha trasmesso il suo entusiasmo una volta sceso dalla vettura: “Sono molto felice! – ha esclamato – Quando si fa una qualifica in queste condizioni è molto difficile mettere insieme un giro pulito ed è facilissimo finire nell’erba, nella ghiaia o contro il muro! È un po’ come una lotta per la sopravvivenza: prima di tutto bisogna arrivare alla fine e poi guardare alla posizione conquistata. Quando in radio poi ti dicono che hai fatto la pole la soddisfazione è grande perché senti di aver davvero fatto il massimo. La macchina andava bene in ogni condizione, il che è incoraggiante perché significa che possiamo lottare qualsiasi cosa accada, tanto sull’asciutto che sul bagnato”.

Alonso ha spiegato quale sia stato l’andamento di questo frenetico sabato: “In Q2 siamo usciti subito sperando di fare il tempo nel primo giro perché sapevamo che la pioggia sarebbe aumentata d’intensità – ha ammesso ai microfoni – Nei minuti finali abbiamo montato le “extreme” perché volevamo almeno avere un’idea di come sarebbero state le condizioni previste per Q3. L’ultima parte della qualifica è stata molto problematica perché c’era aquaplaning, tanto che non abbiamo usato il KERS e non si riusciva a mettere la settima marcia nel rettilineo. Riuscire a fare la pole in condizioni così estreme è davvero gratificante!”.

Inoltre lo schieramento, con il solo Sebastian Vettel al suo fianco e gli altri rivali distanziati, favorisce Fernando: “Domani mi aspetto strategie non molto diverse fra le squadre di vertice ma con un buon grado di flessibilità – ha aggiunto al termine – In ottica Campionato è chiaro che non posso essere dispiaciuto del fatto che due avversari forti come Hamilton e Webber partano in quarta fila ma sappiamo come le cose possono cambiare in fretta. La partenza sarà importante ma non decisiva: ci sono 67 giri da fare… Uno spagnolo in pole in Germania con una macchina italiana? Non m’intendo di politica ma sicuramente è una circostanza curiosa!”.

Mattia Fachinetti


Stop&Go Communcation

Così come a Silverstone Fernando Alonso si è dimostrato il re della pioggia in occasione delle qualifiche del Gran Premio […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/07/f1-210712-alonso.jpg Fernando Alonso bissa la pole di Silverstone: “Gratificante in queste condizioni!”