La vita di un pilota di Formula 1, ai giorni nostri, non è soltanto guidare una macchina ed incontrare gli ingegneri. Anche gli sponsor del team e i partner, infatti, hanno bisogno dell’apporto del pilota in qualche occasione. Per questo motivo, la giornata di Felipe Massa è iniziata presto oggi, da quando è stato ospite del Ferrari Store da poco inaugurato nel centro di Singapore.

Il brasiliano ha fatto felici i tifosi, firmando autografi e posando per le fotografie di rito, fino a quando è giunto il momento di festeggiare il 500° Gran Premio della partnership tra Shell e Scuderia Ferrari. Due vetture, per l’occasione, hanno fatto da sfondo alla cerimonia: una del campionato Ferrari Challenge, impreziosita con una livrea speciale per commemorare le 500 gare insieme tra Shell e Ferrari e, per la gioia dei più piccoli, una monoposto di Formula 1, dotata di livrea con i colori della compagnia petrolifera, interamente composta dai mattoncini Lego.

Una volta tornati al circuito, la routine di Felipe è ripresa con il consueto incontro con la stampa del giovedì. Il primo tema affrontato sono state le performance della F2012 sui circuiti cittadini. “Monaco è stata una gara molto buona per noi, l’Ungheria meno, ma il tracciato di Singapore è più simile al primo, quindi mi aspetto davvero di avere una vettura che funzioni bene qui, dandoci la possibilità di raccogliere un buon numero di punti”, ha dichiarato il pilota Ferrari. “Questa è sempre una gara molto difficile e ricca di insidie, bisogna prendere in considerazione tutti i fattori, come il caldo e l’umidità, la difficoltà tecnica del tracciato e il comportamento degli pneumatici. È,necessario curare tutti questi aspetti e avere anche una vettura competitiva per fare bene”.

Sempre in tema pneumatici, Felipe ha spiegato come le gomme non siano state un fattore che ha causato particolari difficoltà in questa stagione, ma potrebbero recitare un ruolo determinante questo fine settimana.“Quest’anno il surriscaldamento degli pneumatici non è stato un problema per noi, abbiamo dimostrato un netto miglioramento in questo senso. Abbiamo subito un po’ il degrado delle gomme in alcune gare, forse più di quanto ci aspettassimo, quindi su questo tracciato dovremmo fare particolarmente attenzione. Qui i pneumatici sono molto sollecitati, più che a Monaco. Un giro qui è come due nel Principato. Inoltre, anche il caldo rende ancora più difficile la vita delle gomme su questo tracciato”.

Nessuna conferenza di Massa, infine, sembra possa concludersi senza una dichiarazione relativa al suo futuro. “E’ vero che, se si guardano soltanto i risultati, potrebbe sembrare che sono andato molto meglio dopo la pausa estiva. Ma in termini di velocità e ritmo di gara, stavo facendo bene anche prima, ma c’era sempre qualcosa a negarmi la gioia di un risultato positivo al traguardo. Ho solo bisogno di continuare a fare del mio meglio alla guida e non sono troppo preoccupato di non aver ancora firmato il contratto. Mi sento più sicuro dopo le ultime gare, perché sono i risultati che contano e ho solo bisogno di continuare su questa strada: fare buone gare con la speranza di rimanere in Rosso”.


Stop&Go Communcation

La vita di un pilota di Formula 1, ai giorni nostri, non è soltanto guidare una macchina ed incontrare gli […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/09/f1-200912-04.jpg Felipe Massa: “Un giro a Singapore come due a Monaco”