"Siamo alla vigilia del Gran Premio d'Ungheria e, quindi, della possibilità di rifarci della delusione della gara di Hockenheim, dove la nostra prestazione non è stata all'altezza delle aspettative". Così Felipe Massa ha aperto il discorso sul Gp dell'Hungaroring che si svolgerà questo fine settimana a Budapest. "Abbiamo sofferto molto in quel fine settimana, soprattutto in gara, ma dopo i quattro giorni di test a Jerez – lì sono stato impegnato nell'ultima giornata – penso che abbiamo capito quali siano stati i problemi incontrati in Germania, anche se preferisco non entrare troppo nei dettagli. Diciamo che sono piuttosto fiducioso che riusciremo a vedere una prestazione ben diversa dalla F2008 nelle prossime gare. Naturalmente il Gran Premio di Germania è stato deludente ma almeno siamo riusciti a raccogliere dei punti e, guardando al campionato, questo è molto importante in quanto la situazione al vertice rimane molto aperta. Certo, sarebbe stato meglio essere davanti piuttosto che quattro punti indietro ma sono sicuro che le prossime gare andranno bene per noi".

"A Jerez abbiamo anche lavorato su alcuni sviluppi della macchina – ha continuato il brasiliano della Ferrari -, il che significa che, anche se ci siamo concentrati principalmente sull'analisi di quanto non era andato bene in Germania, abbiamo fatto anche dei passi avanti. Abbiamo lavorato molto sull'assetto, anche per corse come quella di Singapore, dove troveremo temperature inferiori alla media visto che si correrà di notte. Siamo partiti da Jerez con tantissimi dati, utili sia a breve che a lungo termine. Come quello di Monte Carlo, anche il tracciato dell'Hungaroring richiede il massimo carico aerodinamico e vengono utilizzate le gomme Bridgestone soft e supersoft: in questa configurazione siamo andati molto bene nel Gran Premio di Monaco, dove eravamo molto competitivi. Questa è un'altra ragione per essere fiduciosi. Anche se preferisco i circuiti veloci, mi piace la pista di Budapest: non sono mai salito sul podio ma sono sempre andato forte".

"In questi giorni mi sono riposato a casa a Monaco, a parte il giorno di test a Jerez e un altro passato al simulatore al Centro Ricerche FIAT, dove abbiamo lavorato in vista di Valencia, in cui si correrà a fine agosto. Conoscere una nuova pista, in particolare le curve, è sempre un'esperienza interessante e devo dire che il tracciato sembra molto impegnativo. Ci sono tante frenate importanti e cambi di direzione nelle curve lente e anche dei rettilinei molto veloci. Penso che sarà una corsa interessante ed è stato sicuramente utile fare alcuni giri al simulatore: può essere d'aiuto, almeno per avere un'idea di massima di quello che ci troveremo ad affrontare il venerdì mattina nella prima giornata di prove libere. Non uso il simulatore molto spesso anche se qualche volta lavoro insieme ai tecnici nel suo sviluppo: di solito, sono impegnati al CRF Marc Gené e Andrea Bertolini, che danno un grande aiuto alla squadra. Prima di Valencia c'è però Budapest: con l'esperienza accumulata a Jerez, non vedo l'ora di tornare a correre".

Nella foto, Felipe Massa (Ferrari)


Stop&Go Communcation

"Siamo alla vigilia del Gran Premio d'Ungheria e, quindi, della possibilità di rifarci della delusione della gara di Hockenheim, dove […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/f12503-3.jpg Felipe Massa scalpita e suona la carica in vista di Budapest e Valencia