Felipe Massa, come tutta la scuderia, è pronto a scendere in pista sul nuovo tracciato indiano per cercare di ottenere il primo podio stagionale e soprattutto un risultato che possa ridargli stima in vista del finale di stagione e del 2012. Infatti il brasiliano ha vissuto un’annata difficile, nella quale pochissime volte è riuscito a raggiungere i livelli del compagno Fernando Alonso.

Prima di parlare della prossima gara, Massa ha un pensiero speciale da dedicare: “In questo momento i miei pensieri sono tutti per le famiglie e gli amici di Dan Wheldon e Marco Simoncelli – ha riferito – Sembra davvero che quando si verificano delle disgrazie accadono tutte insieme. Ho appreso la notizia dell’incidente di Sepang quando mi sono svegliato domenica mattina nella mia casa di San Paolo. È stato un vero choc: Simoncelli era un bravissimo ragazzo ed era uno dei personaggi delle corse motociclistiche oltre che un grande talento. Questa tragedia è arrivata a poca distanza dalla morte di Dan Wheldon, che era un mio amico, e ha reso queste giornate particolarmente difficili. Sappiamo che quando si corre il rischio esiste, ogni volta che si scende in pista”.

Il brasiliano è poi ritornato a parlare dell’ultimo Gran Premio: “La Corea è stata il mio 150° Gran Premio in Formula 1, la maggior parte dei quali trascorsi al volante di una Ferrari – ha proseguito – Peraltro, fra poco, precisamente in Brasile, potrò celebrare anche la mia 100° gara con la scuderia. È sempre bello raggiungere una cifra tonda: ho ancora diversi anni di carriera davanti a me, non sono ancora così vecchio, e continuerò a lottare per raggiungere risultati migliori di quello della Corea, che non è stato esattamente il massimo per festeggiare un traguardo per me così significativo. Detto questo, mi sono divertito a guidare sul circuito di Yeongam: è stato quasi come correrci la prima volta visto che lo scorso anno la gara è stata fatta quasi interamente sul bagnato”.

Felipe è passato successivamente verso il prossimo weekend: “Per prepararmi al meglio alla prima edizione del GP d’India ho trascorso una giornata al simulatore per avere una prima sensazione della pista e ho anche utilizzato nei giorni scorsi l’ultima versione del gioco ufficiale della Formula 1, dove c’è anche il circuito di Buddh – ha raccontato – Il primo feeling è che si tratti di un bel tracciato, che ha qualcosa in comune proprio con quello di Yeongam: c’è un rettilineo molto lungo e ci sono diversi tipi di curve, da quelle veloci a tornanti molto lenti, cui si aggiungono vari cambi di gradiente. Il parallelo con la Corea finisce qui perché in India fa sicuramente molto più caldo e poi perché useremo le Soft e le Hard, tradizionalmente non una combinazione ideale per la 150° Italia. Spero che avremo fatto dei progressi su questo fronte e che potremo così ottenere un bel risultato”.

Infine Massa è contento di poter entrare in contatto con una nuova cultura, della quale conosce ben poco: “Come ho detto all’inizio, questa è la mia prima volta in India: mi piace scoprire nuovi posti e sono sicuro che sarà una settimana molto interessante – ha sintetizzato in conclusione – Gli Indiani amano lo sport e sono sicuro che ci sarà molta attenzione per il GP, per la Formula 1, per le corse in generale. Dopo la Corea sono stato a casa a San Paolo con la mia famiglia, riposandomi e facendo un po’ di allenamento, ma ora ho voglia di ributtarmi nella mischia, di vedere il nuovo circuito di provare a raggiungere un buon risultato nelle ultime tre gare di questa stagione”.

Mattia Fachinetti


Stop&Go Communcation

Felipe Massa, come tutta la scuderia, è pronto a scendere in pista sul nuovo tracciato indiano per cercare di ottenere […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/11/f1-251011-massa.jpg Felipe Massa: “I miei pensieri ora sono per Wheldon e Simoncelli”