Ancora immerso nel mare di polemiche per ciò che è acaduto in gara a Valencia, Felipe Massa chiede alla FIA di rivedere le regole sulla safety car, affinchè non si ripeta più un episodio simile a quello del GP d’Europa, costato caro alla scuderia di Maranello. Il brasiliano, rimasto fuori dalla zona punti, ha ammesso di essere molto amareggiato poichè la sua monoposto aveva risposto con una forte crescita di competitività all’introduzione del nuovo pacchetto di aggiornamenti.

Il pilota della Ferrari ha richiesto un provvedimento d’urgenza riguardo alle regole sul regime di neutralizzazione, come dimostrano le sue dichiarazioni rilasciate sul sito ufficiale della team: “Non voglio parlare ancora dell’accaduto, anche perché non cambia nulla in quanto la nostra gara è già stata rovinata. Tuttavia questo episodio deve essere esaminatmo perché non è normale che qualcuno (Lewis Hamilton, ndr) commetta una grave infrazione come il sorpasso della vettura di sicurezza, quando vi è una situazione di pericolo in pista e non sia stato penalizzato in termini pratici”.

“Dobbiamo parlare di questo insieme e fare qualcosa per garantire una situazione del genere non si ripeta di nuovo. Il team mi ha detto che la prossima settimana ci sarà una riunione della FOTA: questo è un bene ed è un’indicazione evidente che la FIA sta prestando la dovuta attenzione alla questione”, ha aggiunto il driver paulista.

Massa ha espresso un commento anche sulle prestazioni della F10, dotata innanzitutto del nuovo diffusore. “Devo dire che le novità aerodinamiche e la nuova configurazione degli scarichi ci hanno fatto fare un buon passo in avanti, permettendoci di lottare per le prime posizioni. Ora è importante continuare a spingere sullo sviluppo della macchina fino alla fine della stagione”.

Jacopo Martina


Stop&Go Communcation

Ancora immerso nel mare di polemiche per ciò che è acaduto in gara a Valencia, Felipe Massa chiede alla FIA […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/f1-020710-071.jpg Felipe Massa chiede di intervenire sulle regole della safety-car dopo quanto accaduto al GP d’Europa