Trascorso qualche giorno di riposo in Brasile, Felipe Massa ha esternato tutta la sua grinta alla viglia del Gran Premio della Malesia. Il pilota ferrarista nel primo round stagionale non è riuscito a incidere come desiderato, e ha la chiara intenzione di rifarsi in questo week-end: “Nessuno nel team è rimasto contento né della nostra prestazione né del risultato finale in Australia. Tanto lavoro è stato fatto per capire perché in quel fine settimana non siamo stati all’altezza delle nostre aspettative e come migliorare”.

Il paulista si aspetta una gara ricca di incognite e particolarmente impegnativa. “Ci saranno ancora tanti interrogativi sul tavolo quando inizieremo le prove, anche per le numerose differenze tra i circuiti dell’Albert Park e di Kuala Lumpur. A Sepang fa molto caldo e il tracciato è molto più convenzionale, con tante parti che si percorrono ad alta velocità, curve veloci e molti cambi di direzione”.

“Da un punto di vista fisico, le differenze sono ovvie: in Malesia si perdono tantissimi fluidi e qualche chilo di peso, visto che è molto più faticoso guidare su questa pista con temperature fra i 30 e i 40 gradi. Per tutte queste ragioni mi aspetto di vedere una prestazione molto diversa dalla squadra e dalla macchina”.

“Per quanto riguarda le condizioni meteorologiche, è inevitabile aspettarsi il consueto temporale pomeridiano. Finora ho avuto la possibilità di provare le gomme Pirelli da bagnato solamente una volta a Jerez, in febbraio, il che non sufficiente per avere un’idea sensata del loro comportamento”, ha aggiunto Massa. “Dovremo essere pronti ad affrontare ogni eventualità e sarà interessante vedere come si comporteranno le gomme con il caldo e con tanta acqua in pista. Anche per la Pirelli sarà un weekend molto importante dopo un debutto relativamente semplice”.

Il maestoso circuito asiatico presenta due lunghi rettilinei quasi paralleli, in cui può rivelarsi determinante l’impiego dall’ala posteriore mobile. Felipe sulla questione ha commentato: “La situazione sarà interessante perché al momento si potrà utilizzare il sistema in gara soltanto sul rettilineo dei box, ma a Sepang il rettilineo precedete è più lungo e, di solito, offre una migliore possibilità di sorpassi. Ora vedremo se questa decisione della FIA rimarrà tale o se ci saranno dei cambiamenti… magari si può pensare di usarlo su entrambi i rettilinei. Questa decisione può rendere lo spettacolo più avvincente”.

“Personalmente, non penso che ammettere l’uso del DRS in due rettilinei sia l’opzione migliore perché credo che potrebbe rendere i sorpassi troppo facili; bisogna cercare di avere il giusto equilibrio. A Sepang ci sono due rettilinei consecutivi e si rischia di avere uno scenario in cui un pilota sfrutta il primo soltanto per avvicinarsi alla macchina che lo precede per poi andare sul sicuro sul secondo rettilineo”.

L’alfiere del team di Maranello ha inoltre espresso il proprio cordoglio per la morte dell’amico Gustavo Sondermann, pilota del campionato Stock Car in Brasile morto per le conseguenze di un terribile incidente a Interlagos. “Sono molto addolorato per questa perdita e sono vicino a tutta la sua famiglia in questo momento così difficile. Sicuramente tutti i miei pensieri sono per lui in questo momento e sarei felice di potergli dedicare un bel risultato domenica prossima in Malesia”.


Stop&Go Communcation

Trascorso qualche giorno di riposo in Brasile, Felipe Massa ha esternato tutta la sua grinta alla viglia del Gran Premio […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/f1-050411-04.jpg Felipe Massa a Sepang si aspetta una Ferrari più competitiva