La Lotus alla fine ha scelto Romain Grosjean come pilota da affiancare a Kimi Raikkonen in vista della stagione 2012. Una scelta difficile quella della scuderia di Enstone, dal momento che in lizza per il posto vi erano anche i due piloti che hanno concluso l’annata, Vitaly Petrov e Bruno Senna, senza poi considerare pure l’annuncio su Robert Kubica che ha saputo creare diverse polemiche.

Eric Boullier, team principal, ha spiegato i fattori che hanno portato alla scelta del transalpino: “È una missione impegnativa – ha ammesso subito – Romain sta con noi da alcuni mesi ora e ha avuto molti obiettivi da raggiungere dal punto di vista personale, professionale e sportivo. Deve ancora trovare il suo passo in un team che ha lasciato in quelle che non sono state certamente circostanze così rassicuranti. Lui ha raggiunto questi obiettivi uno per uno fino a quando abbiamo deciso di dargli l’opportunità di guidare per noi nelle libere nelle ultime due gare della stagione”.

Dunque presso tutti i responsabili Grosjean pare essere finalmente arrivato nel pieno della maturazione: “Ha dimostrato alla squadra che ha avuto abbastanza talento, velocità e maturità per diventare uno dei nostri piloti titolari per il prossimo anno – ha aggiunto al termine – Il fatto che sia francese non ha fatto assolutamente la differenza! È stato solamente un altro punto a suo favore. Per i nostri partner francesi come Total è una manna dal cielo poter trarre vantaggio dalla sua presenza come uno dei nostri piloti”.

Mattia Fachinetti


Stop&Go Communcation

La Lotus alla fine ha scelto Romain Grosjean come pilota da affiancare a Kimi Raikkonen in vista della stagione 2012. […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/f1-121211-lotus.jpg Eric Boullier spiega la scelta di Grosjean: “È una missione impegnativa”