La prova in Bahrain ha dimostrato come la Lotus sia una vettura performante, capace di creare non pochi grattacapi alle altre scuderie di vertice nel corso dell’intera annata. Kimi Raikkonen e Roamin Grosjean sono entrambi giunti sul podio nella corsa di domenica a Sakhir ed il finlandese è stato vicino al clamoroso trionfo al 4° appuntamento dal suo ritorno nel Circus dopo oltre 2 anni di allontanamento per dedicarsi al mondo dei rally e non solo.

Il primo ad essere entusiasta di questo risultato è Eric Boullier, Team Principal della scuderia: “È stata una grande prestazione della squadra e sono felice per tutti coloro che sono coinvolti, sia nel team di gara sia ad Enstone – ha dichiarato con sincerità – Non vorrei scegliere un singolo fattore; è più il culmine di alcuni piccoli dettagli dove forse non abbiamo avuto le cose al loro posto nel corso delle prime tre gare, che sono state incredibilmente frustranti, ma siamo riusciti a sistemarle durante il weekend passato. È andato tutto liscio senza grossi grattacapi, e con un po’ di azzardo nella strategia che alla fine ci ha ripagato”.

Sicuramente la vettura aveva già mostrato buone qualità, ma sinora qualcosa non aveva girato nel verso giusto: “Penso che sia una combinazione di cose – ha spiegato Boullier – Il meteo per la partenza era molto più adatto ai punti di forza della E20 in Bahrain rispetto alla altre corse. È sempre difficile cominciare una nuova stagione inoltre con una quantità di cambiamenti; la macchina è molto diversa da quella dell’anno passato, abbiamo una nuova coppia di piloti, e plasmare queste cose può richiedere tempo. Ora siamo davvero cementati in una forte unità; i piloti sono pienamente al massimo della velocità dopo una lunga pausa da questo sporte stiamo iniziando a sembrare un pacchetto completo”.

Boullier infine non può esimersi da un complimento diretto nei confronti dei suoi due piloti, una scommessa che attualmente appare vinta: “Entrambi i piloti hanno svolto una lavoro incredibilmente buono ed è specialmente soddisfacente avere due vetture non solo sul podio, ma anche così alla pari in termini di passo – ha riferito in conclusione – Kimi è stato ovviamente a competere in una categoria completamente differente, e Romain ha avuto un’esperienza difficile con noi nel 2009; vedere quanto velocemente abbiano preso confidenza con la monoposto dimostra come sia forte la nostra coppia attuale”.

Mattia Fachinetti


Stop&Go Communcation

La prova in Bahrain ha dimostrato come la Lotus sia una vettura performante, capace di creare non pochi grattacapi alle […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/04/f1-250412-boullier.jpg Eric Boullier elogia tutta la Lotus: “È stata una grande prestazione di squadra”