I bolidi della F.1 torneranno come da tradizione sull’impianto di Interlagos, in Brasile, nel fine settimana del 5-7 novembre 2010, ma il gran capo della FOM Bernie Ecclestone, preoccupato dalla situazione di un tracciato che necessita di significativi ammodernamenti, ha già messo in allerta gli organizzatori circa la possibilità di ‘tagliare’ in un futuro non troppo lontano il Gran Premio nel caso in cui i promotori non si adoperino quanto prima al fine di realizzare le attese modifiche.

Il Brasile organizzerà la prossima Coppa del Mondo di calcio e le Olimpiadi – ha ricordato con una punta di astio Mister E ai microfoni di ‘Estado de Sao Paulo’ – quindi sarebbe anche logico che i diretti interessati si mettano in regola per quanto attiene al circuito di Interlagos. Tanti anni fa, nel 1972, ho creduto nelle potenzialità di questo Paese e ho portato il Circus qui, ora però non ne posso più di sentire le lamentele delle squadre che protestano per le condizioni del tracciato intitolato a Jose Carlos Pace, il peggiore presente in calendario stando alle parole espresse dai teams. Il futuro di Interlagos dipende soprattutto dai miglioramenti che verranno fatti”.

Va evidenziato che il Gran Premio del Brasile si disputa ininterrottamente dal 1973, anche se il circuito ubicato alla periferia di San Paolo è stato talvolta sostituito, almeno fino all’edizione del 1989, dal tracciato di Jacarepaguà, situato alle porte di Rio de Janeiro, parzialmente demolito nel 2008 per fare spazio a un parco olimpico.

Ermanno Frassoni


Stop&Go Communcation

I bolidi della F.1 torneranno come da tradizione sull’impianto di Interlagos, in Brasile, nel fine settimana del 5-7 novembre 2010, […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/ecclet1.jpg Ecclestone mette in guardia gli organizzatori di Interlagos: “E’ il peggior circuito del Mondiale, urgono ammodernamenti”