Appiedato in via provvisoria dai vertici del team HRT alla vigilia del Gran Premio di Gran Bretagna andato in scena a Silverstone lo scorso 11 luglio per fare largo alla ricca dote del giapponese Sakon Yamamoto, di nuovo titolare in Germania al posto di Karun Chandhok, in vista della tappa di Hockenheim il nipote d’arte Bruno Senna ha esternato le sue sensazioni come se niente fosse accaduto.

“Il circuito mi piace molto – ha spiegato il 26enne brasiliano, a podio nel 2008 sul tracciato del Baden-Wurttemberg quando gareggiava nella propedeutica GP2 Main Series – ci sono diversi rettilinei da percorrere a velocità elevata e alcune opportunità di sorpasso, per esempio alle curve 2 e 4, quindi mi aspetto di guidare una monoposto in grado di reggere il passo degli altri nuovi teams. Di sicuro le occasioni per dare battaglia non mancheranno”.

Senna jr è convinto che in Germania la trazione meccanica rivestirà un ruolo fondamentale nell’individuazione del set-up ideale: “I livelli di downforce non sono così importanti, o almeno non hanno nulla a che vedere con tracciati tipo Barcellona e Silverstone. Le squadre dovranno tuttavia concentrarsi sulla trazione in uscita dalle curve, puntando ad un buon bilanciamento. In particolare, la cosiddetta sezione dello stadio può rivelarsi determinante, perché se non si è precisi nell’affrontarla il rischio di rovinare un giro veloce è notevole”.

Ermanno Frassoni


Stop&Go Communcation

Appiedato in via provvisoria dai vertici del team HRT alla vigilia del Gran Premio di Gran Bretagna andato in scena […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/sennajr1.jpg Dopo l’appiedamento di Silverstone, Bruno Senna è pronto al rientro nei ranghi HRT: “A Hockenheim ci sarà da divertirsi”