Anthony Davidson reputa opportuno che la Federazione trovi un compromesso tra spettacolarità e sicurezza negli autodromi.

Secondo il pilota in forza alla Toyota nel WEC, infatti, gli attuali impianti svalorizzano il coraggio dei piloti, favorendo comportamenti antisportivi.

“Bisogna fare i complimenti alla FIA per gli standard di sicurezza raggiunti negli impianti” ha commentato l’ex driver Honda e Super Aguri. “Una volta si rischiava continuamente la vita ed i piloti venivano annoverati come degli eroi; ora no, il nostro viene considerato un lavoro senza pericolo e questo non è bello”.

“Non invoco il ritorno a piste senza sicurezza, ma a tracciati dove certi errori vengano punti col ritiro, con vie di fuga in ghiaia e non in cemento magari. I giovani oggi non danno peso alle proprie mosse, creando situazioni talvolta pericolosissime”.

Andrea Giustini


Stop&Go Communcation

Anthony Davidson reputa opportuno che la Federazione trovi un compromesso tra spettacolarità e sicurezza negli autodromi. Secondo il pilota in […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2013/10/Dav_SupAug.jpg Davidson: “La F1 deve ritrovare la percezione del pericolo”