La paura che il Gran Premio d’India possa essere pronto appena in tempo per l’evento, che avverrà il prossimo 30 ottobre, così come è avvenuto lo scorso anno per l’esordio della Corea, esiste per davvero fra alcuni addetti ai lavori. Tuttavia a fugare i timori sulle possibile difficoltà finali è stato Charlie Whiting, Responsabile della Sicurezza della FIA.

Comunque, secondo alcune voci, pare che la situazione sia abbastanza caotica così come è capitato lo scorso anno per la realizzazione dei Giochi del Commonwealth a Nuova Delhi. Un’affermazione da parte di Vicky Chandhok, Capo Responsabile degli Sport Motoristici in India, esplicita però un aspetto importante: “Fortunatamente non abbiamo il governo coinvolto”.

Per intanto l’omologazione finale del nuovo circuito è stata posticipata a settembre ed i maligni dicono che alcune parti saranno pronte solo nella seconda parte di ottobre: “Non voglio offendere le persone in Sud Corea, ma comparata a quella situazione certamente ho un buon presentimento sull’India”, ha voluto concludere Whiting, il quale sarà presenta il prossimo messe al New Buddh Circuit per la valutazione finale.

Mattia Fachinetti


Stop&Go Communcation

La paura che il Gran Premio d’India possa essere pronto appena in tempo per l’evento, che avverrà il prossimo 30 […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/10/f1-240811-india.jpg Charlie Whiting è ottimista: “Ho un buon presentimento sul GP d’India”