Riccardo Ceccarelli, responsabile medico della Lotus Renault e GP e fisioterapista di Robert Kubica, ritiene “impossibile” prevedere oggi un ritorno del pilota polacco in pista, dopo il bruttissimo incidente che l’ha visto protagonista lo scorso 6 febbraio al Rally Ronde di Andora.

“Nessuno ha una idea chiara di quando sarà pronto, nemmeno i chirurghi. Ci vorranno alcuni mesi per vedere il recupero della mobilità muscolare e dei nervi, cosa che varia da persona a persona. Sappiamo soltanto che sarà un lungo recupero, ma non possiamo dire quanto. Vediamo i progressi giorno per giorno, senza però poter fare previsioni”, ha dichiarato Ceccarelli.

La situazione di Kubica, sempre ricoverato all’ospedale di Pietra Ligure è in ogni caso di continuo miglioramento: “Ogni giorno è sempre meglio. Il suo recupero fisico e psiscologico è incoraggiante, e tutti i medici sono sorpresi dalla velocità con cui sta procedendo”.

“Dopo un trauma del genere, normalmente, c’è il rischio di depressione quando scopri l’entità degli infortuni. Robert, dopo un iniziale sconforto, ha reagito bene perché mentalmente è molto forte. Adesso il suo stato psicologico è molto ottimista, vuole mettercela tutta per tornare alla normalità. Le numerose visite che ha ricevuto gli sono state di grande aiuto”.

Ceccarelli, infine, aggiunge: “Se non ci saranno complicazioni non ci sarà bisogno di ulteriori operazioni. Abbiamo deciso di rimanere a Pietra Ligura, ma non siamo sicuri per quanto tempo. Qui c’è una equipe medica che lo tiene sotto osservazione, ha un trattamento di prima classe”.


Stop&Go Communcation

Riccardo Ceccarelli, responsabile medico della Lotus Renault e GP e fisioterapista di Robert Kubica, ritiene “impossibile” prevedere oggi un ritorno […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/f1-110311-01.jpg Ceccarelli non fa previsioni sul recupero di Robert Kubica