Inserita nella lista ufficiale dei nuovi team 2010 diramata dalla FIA, Campos Grand Prix ha ammesso tramite le parole pronunciate dal Managing Director Daniele Audetto, di aver rischiato lo stop del programma F.1 a causa dell’abolizione del tetto massimo di spesa inizialmente fissato da Max Mosley in 45 milioni di euro.  

I nostri investitori – ha rivelato Audetto, già direttore sportivo della Super Aguri fino ai primi mesi del 2008 – avevano in mente di impiegare il denaro necessario secondo quanto previsto dal budget cap, ma quando si è saputo che la novità non sarebbe stata accettata dai grandi costruttori, tutto è cambiato. Servivano più soldi, e ovviamente il dietrofront sui regolamenti ci ha provocato non pochi problemi nel mettere insieme un programma decente per approdare in F.1”. 

Audetto non nasconde che ad un certo punto delle trattative, gli investitori stavano seriamente considerando di rivedere le proprie posizioni: “Non posso negarlo, c’è stato un momento in cui tutti volevano tirarsi indietro. Io e Adrian Campos abbiamo avuto il nostro bel daffare nel convincerli a credere nuovamente nel progetto, perché addirittura sembrava volessero consultare i propri legali per risolvere la questione”. 

Sulla base di quanto affermato da Audetto, la scuderia spagnola intensificherà il lavoro nel prossimo mese di settembre, allo scopo di poter effettuare il primo test in pista nel gennaio 2010. “A settembre cominceremo ad essere davvero operativi, dopodiché potremo pensare ad attrarre ulteriori sponsor ed investitori, nella speranza di renderci poi sempre più appetibili grazie ai risultati positivi che contiamo di ottenere l’anno venturo. Siamo consapevoli di avere un budget ridotto, ma l’obiettivo resta quello di costruire un gruppo di lavoro estremamente professionale”. 

Sul fronte della formazione 2010, in Campos Grand Prix si attende ancora ad annunciare i nomi dei due piloti chiamati a portare all’esordio nel Circus le monoposto preparate dalla Dallara, anche se Pedro de la Rosa, attuale collaudatore della McLaren, dovrebbe essere quasi sicuro di difendere i colori della scuderia con sede a Valencia nella prossima stagione. Per il secondo sedile, restano in ballo Bruno Senna, Vitaly Petrov e Sergio Perez, tutti potenzialmente in grado di assicurare buoni risultati alla squadra nell’anno del debutto. “Non abbiamo fretta – si è giustificato Audetto – siamo un team nuovo, inoltre guardando a quel che è accaduto di recente alla Bmw, beh, per ora desideriamo concentrarci su altre priorità. Probabilmente aspetteremo ottobre, o forse la fine del campionato, per fare un annuncio ufficiale. La decisione spetta ad Adrian Campos, che in carriera ha saputo riconoscere subito l’immenso talento di Fernando Alonso facendolo crescere nelle categorie minori prima dell’approdo in F.1. E’ mio compito consigliarlo, ma non sarò io ad imporgli un nome piuttosto che un altro”.  

Ermanno Frassoni


Stop&Go Communcation

Inserita nella lista ufficiale dei nuovi team 2010 diramata dalla FIA, Campos Grand Prix ha ammesso tramite le parole pronunciate […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/Camposg.jpg Campos GP: “L’abolizione del budget cap ha messo in pericolo i nostri piani di entrare in F.1”