Il magro bottino racimolato in Australia (appena due punti con un 9° posto) non demoralizza Jenson Button: il pilota britannico ha fiducia nella McLaren e nelle possibilità che la MP4-28 possa diventare competitiva.

“Quello di Melbourne è stato chiaramente un weekend difficile, e nonostante abbiamo tirato fuori il massimo dalla vettura non siamo dove vorremmo essere. C’è tanto lavorare da fare, ma sappiamo tutti che questo team non smetterà di lavorare fino a che non raggiungerà l’obiettivo”, ha dichiarato Button alla vigilia di Sepang, pista dove vinse l’edizione 2009.

Nell’immediato, comunque, l’inglese si aspetta un altro Gran Premio difficile. La sua speranza, quindi, è tutta riposta nelle “bizze” del clima di Kuala Lumpur: “Non credo che ci saranno dei grossi miglioramenti per questo fine settimana, ma la caratteristica di questa gara è di essere davvero imprevedibile; ancora di più con la partenza nella tarda domenica pomeriggio, quando tendono a esserci gli acquazzoni”.

“Lo abbiamo visto lo scorso anno, quando Fernando (Alonso, ndr) vinse, e sappiamo che l’imprevedibilità del meteo può diventare una lotteria per chiunque”.

In quell’occasione lo spagnolo della Ferrari riuscì a salire sul gradino più alto del podio contro ogni pronostico, sfruttando il proprio talento per minimizzare nel bagnato i problemi della F2012.

“È qualcosa che potrebbe giocare a nostro favore”, sottolinea ancora Button. “Mi piace guidare in quelle condizioni, e sarebbe bello poterci trovarci al vertice con una macchina che siamo coscienti non è ancora capace di ambire alla vittoria”.


Stop&Go Communcation

Jenson Button non si scoraggia: il britannico conta sulla McLaren e sulle possibilità che la MP4-28 possa diventare veloce. Ma a Sepang spera nella pioggia…

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2013/03/f1-button-200313-03.jpg Button, danza della pioggia in Malesia: “Può favorirci”