Dopo le grandi prestazioni nelle libere era atteso alla pole position: non ha deluso le aspettative Lewis Hamilton, che si è guadagnato la partenza davanti a tutti nel Gran Premio d’Ungheria che si disputerà domani sul tracciato di Budapest.

L’inglese, che è stato il più veloce in tutte e tre le sessioni di qualifica, si è preso la pole con un tempo straordinario, rifilando quattro decimi al resto degli inseguitori nonostante un primo tentativo gestito con troppa foga e, quindi, farcito di errori.

Nel suo secondo giro, però, Hamilton è stato perfetto: sul traguardo ha fermato il cronometro sull’1:20.953 che vale la sua ventiduesima pole position in carriera.

Ad insidiarlo è stata sopratutto la Lotus con Grosjean: il francese ha trovato, nel finale, un gran giro di pista che lo ha piazzato in prima fila domani, scavalcando Vettel e Button che, ad un decimo dal francese, devono accontentarsi della seconda fila.

Solo quinto Raikkonen, con la seconda Lotus, a quattro decimi dal compagno di squadra: il finlandese precederà domani Alonso con una spenta Ferrari, costretta ad usare le gomme morbide fin dalla Q1. I due piloti del cavallino non hanno potuto far meglio rispettivamente della sesta e settima posizione, con Felipe Massa che domani sarà in quarta fila al fianco di Pastor Maldonado.

Chiudono la Top 10 Bruno Senna, che non ha confermato le ottime prestazioni delle libere, e Nico Hulkenberg, che con la sua Force India ha scalzato Mark Webber dalla Q3.

L’australiano, infatti, non ha potuto far meglio dell’undicesima posizione, al fianco della seconda Force India di Di Resta.

Settima fila per la prima Mercedes, con Rosberg tredicesimo davanti alle Sauber di Perez e Kobayashi, alla Toro Rosso di Vergne e, in ultimo, al compagno di squadra Michael Schumacher, addirittura diciassettesimo ed ultimo della Q2.

Fuori fin dalla Q1, invece, la Toro Rosso di Ricciardo, davanti alle Catheram di Kovalainen e Petrov, le Marussia di Pic e Glock e le HRT di De La Rosa e Karthikeyan.

Classifica

1. Lewis Hamilton – McLaren-Mercedes – 1:20.953
2. Romain Grosjean – Lotus-Renault – 1:21.366 +0.413
3. Sebastian Vettel – Red Bull-Renault – 1:21.416 +0.463
4. Jenson Button – McLaren-Mercedes – 1:21.583 +0.630
5. Kimi Raikkonen – Lotus-Renault – 1:21.730 +0.777
6. Fernando Alonso – Ferrari – 1:21.844 +0.891
7. Felipe Massa – Ferrari – 1:21.900 +0.947
8. Pastor Maldonado – Williams-Renault – 1:21.939 +0.986
9. Bruno Senna – Williams-Renault – 1:22.343 +1.390
10. Nico Hulkenberg – Force India-Mercedes – 1:22.847 +1.894

11. Mark Webber – Red Bull-Renault – 1:21.715 +0.655
12. Paul di Resta – Force India-Mercedes – 1:21.813 +0.753
13. Nico Rosberg – Mercedes – 1:21.895 +0.835
14. Sergio Perez – Sauber-Ferrari – 1:21.895 +0.835
15. Kamui Kobayashi – Sauber-Ferrari – 1:22.300 +1.240
16. Jean-Eric Vergne – Toro Rosso-Ferrari – 1:22.380 +1.320
17. Michael Schumacher – Mercedes – 1:22.723 +1.663

18. Daniel Ricciardo – Toro Rosso-Ferrari – 1:23.250 +1.456
19. Heikki Kovalainen – Caterham-Renault – 1:23.576 +1.782
20. Vitaly Petrov – Caterham-Renault – 1:24.167 +2.373
21. Charles Pic – Marussia-Cosworth – 1:25.244 +3.450
22. Timo Glock – Marussia-Cosworth – 1:25.476 +3.682
23. Pedro de la Rosa – HRT-Cosworth – 1:25.916 +4.122
24. Narain Karthikeyan – HRT-Cosworth – 1:26.178 +4.384

Massimo Caliendo


Stop&Go Communcation

Dopo le grandi prestazioni nelle libere era atteso alla pole position: non ha deluso le aspettative Lewis Hamilton, che si […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/07/ung_qual_2012.jpg Budapest, Qualifiche: Hamilton strappa la pole, Grosjean guadagna la prima fila