Pole position doveva essere e pole position è stata per Lewis Hamilton che, grazie ad un giro a dir poco perfetto, si è guadagnato la possibilità di partire dalla prima piazza nel GP di domani.

L’inglese di casa Mercedes non ha avuto rivali, nulla ha potuto nemmeno il compagno di box Nico Rosberg, che più volte ha accusato problemi di sottosterzo, fermatosi a 0.5’’ dalla vetta. Torna 3° Sebastian Vettel (Ferrari), autore di un ultimo tentativo davvero ottimo. 4° un ritrovato Daniel Ricciardo (Red Bull), 5° invece l’altro ferrarista Kimi Raikkonen, il quale però paga lo scotto di non aver potuto provare la qualifica nella terza libera.

Q1 – La grande disparità di prestazione tra gli pneumatici costringe tutti a montare sin dagli ultimi minuti del primo turno gli pneumatici Soft. In auge Vettel ed Hamilton, mentre soffre di più Rosberg, il quale accusa tanto sottosterzo. Ricciardo decide di rischiare e alla fine la classifica gli darà ragione, visto che risparmia un set di Option in vista di Q2 e Q3. Escluse nell’ordine la McLaren di Jenson Button, il duo Sauber formato da Marcus Ericcson e Felipe Nasr e la coppia Manor che vede Roberto Merhi davanti a Will Stevens.

Q2 – Lotta sul filo dei millesimi per Hamilton e Rosberg, quest’ultimo costretto ad utilizzare un set in più di morbide. Migliora progressivamente Raikkonen, mentre Fernando Alonso (McLaren) è costretto ad alzare bandiera bianca per l’ennesimo problema tecnico alla Power Unit della propria monoposto. Esclusi a sorpresa i due Force India Nico Hulkenberg e Sergio Perez, Carlos Sainz (Toro Rosso), più in difficoltà rispetto al team mate, Pastor Maldonado (Lotus) e Alonso stesso, impegnato anche nel “recupero” della propria vettura dopo lo stop in pista.

Q3 – Per la Pole è discorso a due, tutto in casa Mercedes. Si rinnova infatti la lotta tra Hamilton e Rosberg, col secondo meno in forma rispetto altre uscite. Buon primo giro per Vettel, il quale si issa in 3 a piazza. I piloti tornano poi ai box per sostituire gli pneumatici, affilare le armi e tentare il tutto per tutto nell’ultimo giro. Sotto alla bandiera a scacchi, è capolavoro di Hamilton, che ferma il crono sul 22.0. Ben 5 decimi rifilati al compagno, 7 al tedesco vestito di rosso, che fa un miracolo ottenendo il miglior settore nell’area della pista più difficile per la SF15-T.

Classifica completa a breve


Stop&Go Communcation

Pole position doveva essere e pole position è stata per Lewis Hamilton che, grazie ad un giro a dir poco perfetto, si è guadagnato la possibilità di partire dalla prima piazza nel GP di domani […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2015/07/11212749_10152955701567411_4184781205653836656_n.jpg Budapest, Qualifiche: Hamilton senza rivali, piegata la resistenza di Rosberg e fa 9 su 10!