Temperature in rialzo e addensamenti nuvolosi all’orizzonte alternati da sprazzi di sole nel secondo turno di prove libere di scena sul circuito di Budapest, che all’apertura delle ostilità in mattinata ha proposto il monologo Red Bull con Sebastian Vettel e Mark Webber al vertice della tabella dei tempi. Lo scenario non muta di molto nella Practice 2, complice il miglior crono artigliato dal tedesco in 1:20.087, rivelatosi sufficiente per tenere a debita distanza (quattro decimi!) il diretto inseguitore Fernando Alonso, che nel pomeriggio ha affrontato una serie di produttivi ‘run’ montando gli pneumatici a mescola dura salvo poi adattarsi splendidamente alle coperture supersoft nel concitato finale.

Il ferrarista, così come il compagno di squadra Felipe Massa, ha fatto a meno dell’ala soffiata provando quindi la F10 in una configurazione tutt’altro che ‘estrema’, al di là delle promettenti risultanze comunque ottenute dal pacchetto presentato dal Cavallino. Ottimo terzo Mark Webber, subito lesto nell’impostare un lungo duello sul filo del cronometro con il team-mate Vettel, finora più veloce di lui. Incoraggiante il quarto posto di Felipe Massa, protagonista di una innocua digressione oltre i cordoli, che non ha incontrato particolari difficoltà nel regolare le ambizioni di un rinfrancato Vitaly Petrov, sorprendentemente quinto al volante della Renault.

A seguire la McLaren di Lewis Hamilton, tornato a frequentare le zone nobili della classifica a dispetto di una MP4-25 ben poco irresistibile, mentre Robert Kubica ha marcato il settimo tempo davanti a Nico Hulkenberg e Jenson Button. Il campione del mondo in carica non ha perso occasione per lamentarsi via radio a causa del traffico, piazzandosi tuttavia davanti alla Mercedes di Michael Schumacher.

Fuori dalla top ten Pedro de la Rosa, infastidito dalle numerose sconnessioni presenti sul tracciato dell’Hungaroring, e il veterano Rubens Barrichello, meno incisivo nel confronto con Hulkenberg. Tredicesimo Nico Rosberg, che ha preceduto il giapponese della Sauber Kamui Kobayashi, in grado di dispensare emozioni nei primi minuti quando è giunto il momento di evitare per il rotto della cuffia un probabile impatto con la HRT guidata da Bruno Senna.

Un non meglio precisato guasto tecnico ha rallentato le prove di Adrian Sutil, sedicesimo al termine. Poca gloria anche per Vitantonio Liuzzi, chiamato a riprendere il volante della Force India al posto del collaudatore Paul Di Resta: l’italiano ha infatti firmato il diciottesimo crono. Jarno Trulli conduce la pattuglia dei nuovi teams grazie al diciannovesimo tempo che gli consente di precedere il duo Virgin composto da Timo Glock e Lucas Di Grassi unitamente alle HRT di Bruno Senna e Sakon Yamamoto. Soltanto cinque giri completati per Heikki Kovalainen, afflitto da un problema manifestatosi sulla sua Lotus, che è rimasta fanalino di coda ad oltre sette secondi dalla vetta.

La terza sessione di prove libere in vista del Gran Premio d’Ungheria avrà inizio domani alle ore 11:00 con le squadre che si impegneranno nella definizione degli ultimi dettagli prima delle qualifiche.

Classifica

01. Sebastian Vettel – Red Bull Renault – 1:20.087
02. Fernando Alonso – Ferrari – +0.497
03. Mark Webber – Red Bull Renault – +0.510
04. Felipe Massa – Ferrari – +0.899
05. Vitaly Petrov – Renault – +1.108
06. Lewis Hamilton – McLaren Mercedes – +1.221
07. Robert Kubica – Renault – +1.288
08. Nico Hulkenberg – Williams Cosworth – +1.536
09. Jenson Button – McLaren Mercedes – +1.643
10. Michael Schumacher – Mercedes – +1.686
11. Pedro de la Rosa – Sauber Ferrari – +1.722
12. Rubens Barrichello – Williams Cosworth – +1.757
13. Nico Rosberg – Mercedes – +1.952
14. Kamui Kobayashi – Sauber Ferrari – +2.125
15. Jaime Alguersuari – Toro Rosso Ferrari – +2.382
16. Adrian Sutil – Force India Mercedes – +2.420
17. Sebastien Buemi – Toro Rosso Ferrari – +2.515
18. Vitantonio Liuzzi – Force India Mercedes – +3.051
19. Jarno Trulli – Lotus Cosworth – +4.466
20. Timo Glock – Virgin Cosworth – +5.289
21. Lucas Di Grassi – Virgin Cosworth – +5.582
22. Bruno Senna – HRT Cosworth – +6.658
23. Sakon Yamamoto – HRT Cosworth – +6.711
24. Heikki Kovalainen – Lotus Cosworth – +7.618

Ermanno Frassoni


Stop&Go Communcation

Temperature in rialzo e addensamenti nuvolosi all’orizzonte alternati da sprazzi di sole nel secondo turno di prove libere di scena […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/vettelung21.jpg Budapest, Libere 2: Vettel si conferma leader, Alonso (2°) svela le proprie carte. 3° Webber e 4° Massa