Lewis Hamilton è ancora davanti a tutti: questo il responso della seconda sessione di prove libere, appena chiusa dalla bandiera a scacchi sul rettilineo dell’Hungaroring. La sessione, però, è stata interrotta dalla pioggia arrivata a metà esatta dei novanta minuti di prove: un acquazzone annunciato, che ha compresso il lavoro delle squadre tutto nella prima parte del pomeriggio, lasciando poi solo lo spazio per qualche run sperimentale sull’asfalto bagnato che, però, non dovrebbe essere particolarmente significativo visto che il meteo dovrebbe migliorare sensibilmente fin da domani.

La pioggia ha però fatto una vittima illustre: si tratta di Michael Schumacher, finito a muro alla curva 11 dopo aver attraversato con gomme intermedie un vero e proprio fiume d’acqua trasversale sulla pista: la Mercedes del sette volte campione del mondo è finita dritta contro il muro, con uno Schumacher oramai solo passeggero che non ha potuto far altro che abbandonare la sua vettura danneggiata nella parte anteriore e tornare mestamente ai box.

Come detto, sul traguardo a contare saranno i tempi della prima metà di sessione: Lewis Hamilton ha quindi preceduto Kimi Raikkonen, con il finlandese fermo a meno di due decimi dal campione della McLaren. Seguono i brasiliani Bruno Senna e Felipe Massa, con quest’ultimo che ha preceduto il compagno di squadra Alonso, quinto, di un decimo e mezzo.

Solo sesto Jenson Button, che era in cima alla classifica stamattina: l’inglese si è fermato a sette decimi e mezzo dal compagno di squadra, precedendo Di Resta, Vettel (ottavo, ad otto decimi dalla vetta) e Grosjean. Anche il francese è finito a muro, ma sull’asciutto, nelle fasi iniziali della sessione: un testacoda alla chicane e un duro impatto contro le barriere lo hanno costretto ad una lunga sosta ai box per sostituire il musetto e verificare l’integrità delle sospensioni anteriori.

Tornato in pista, il pilota della Lotus è stato l’ultimo a mantenersi entro un secondo di ritardo da Hamilton: chiude la Top 10, infatti, proprio Michael Schumacher, per quattro millesimi rimasto davanti al compagno di squadra Rosberg. Più staccati gli altri piloti, con un Webber apparso molto preoccupato dal suo quattordicesimo tempo, a quasi due secondi dalla vetta.

Classifica
1. Lewis Hamilton – McLaren-Mercedes – 1:21.995
2. Kimi Raikkonen – Lotus-Renault – 1:22.180 +0.185
3. Bruno Senna – Williams-Renault – 1:22.253 +0.258
4. Felipe Massa – Ferrari – 1:22.417 +0.422
5. Fernando Alonso – Ferrari – 1:22.582 +0.587
6. Jenson Button – McLaren-Mercedes – 1:22.747 +0.752
7. Paul di Resta – Force India-Mercedes – 1:22.794 +0.799
8. Sebastian Vettel – Red Bull-Renault – 1:22.824 +0.829
9. Romain Grosjean – Lotus-Renault – 1:22.922 +0.927
10. Michael Schumacher – Mercedes – 1:23.160 +1.165
11. Nico Rosberg – Mercedes – 1:23.164 +1.169
12. Pastor Maldonado – Williams-Renault – 1:23.337 +1.342
13. Nico Hulkenberg – Force India-Mercedes – 1:23.713 +1.718
14. Mark Webber – Red Bull-Renault – 1:23.814 +1.819
15. Kamui Kobayashi – Sauber-Ferrari – 1:23.841 +1.846
16. Jean-Eric Vergne – Toro Rosso-Ferrari – 1:24.328 +2.333
17. Daniel Ricciardo – Toro Rosso-Ferrari – 1:24.345 +2.350
18. Sergio Perez – Sauber-Ferrari – 1:24.623 +2.628
19. Vitaly Petrov – Caterham-Renault – 1:24.823 +2.828
20. Heikki Kovalainen – Caterham-Renault – 1:25.220 +3.225
21. Timo Glock – Marussia-Cosworth – 1:27.104 +5.109
22. Pedro de la Rosa – HRT-Cosworth – 1:27.106 +5.111
23. Charles Pic – Marussia-Cosworth – 1:27.185 +5.190
24. Narain Karthikeyan – HRT-Cosworth – 1:27.822 +5.827

Massimo Caliendo


Stop&Go Communcation

Lewis Hamilton è ancora davanti a tutti: questo il responso della seconda sessione di prove libere, appena chiusa dalla bandiera […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/07/ung_lib2_2012.jpg Budapest, Libere 2: Ancora Hamilton davanti, ma arriva la pioggia