Grandissima soddisfazione in casa Red Bull per la vittoria di Mark Webber, primo al traguardo con un vantaggio enorme su tutti i propri avversari. “Non è stata una gara facile, sapevamo che la partenza sarebbe stata cruciale in una pista come questa dove è difficile sorpassare” – ha commentato l’australiano – “E’ stata una partita a scacchi contro la Ferrari, quando c’è stata la Safety Car ho utilizzato una strategia completamente diversa rispetto a Fernando e sono riuscito a superarlo. Poi con la gomma morbida ho costruito un bel vantaggio ed ho controllato la mia corsa. Un bel modo per festeggiare la mia 150esima presenza e la 100esima del team. Non vedo l’ora di essere a Spa”.

Molto deluso invece Sebastian Vettel, che dopo la pole e l’ottimo start puntava sicuramente alla vittoria: “Durante la gara non ho capito il perchè del drive trhough, poi mi è stato spiegato. La partenza è andata bene, ci siamo difesi e stavamo costruendo il vantaggio su Fernando. Poi è entrata la Safety Car, non mi sono accorto del suo ingresso e sono stato penalizzato. Speravo di vincere oggi, sono terzo, ma sono molto deluso”.

Contento ed appagato dal secondo posto odierno l’alfiere della Ferrari Fernando Alonso, soddisfattissimo della propria performance e carico in vista della tappa belga: “Questo è un risultato molto importante. Avevamo un grande credito con la fortuna e oggi è arrivato un primo, anche se ancora parziale, rimborso. Ho fatto un’ottima partenza, riuscendo prima a passare Webber e poi ad affiancare Vettel all’entrata della prima curva ma non sono riuscito a completare quest’ultima manovra. Poi non avevamo la velocità per stare dietro al leader e quindi ho dovuto pensare principalmente a difendermi. Quando è entrata la safety-car c’è stato qualche momento di tensione: era fondamentale non sbagliare nulla, mantenendo la velocità entro il limite. Poi non è stato facile stare oltre trenta giri con Vettel alle spalle: aveva una macchina nettamente più veloce della mia ma, fortunatamente, questo tracciato non offre punti per i sorpassi, eccezion fatta per la prima curva. E’ chiaro che dobbiamo migliorare la nostra macchina se vogliamo avere delle chance di vittoria nel Mondiale: qui la Red Bull era imbattibile e la McLaren, oggi in difficoltà, tornerà fortissima già a Spa e a Monza, dove ci sono lunghi rettilinei congeniali alla sua macchina. In Belgio avremo dei miglioramenti: speriamo che ci permettano di ridurre il distacco dai migliori. Era importante finire nella maniera migliore questo durissimo mese di luglio: la pausa arriva nel momento giusto. Il finale del campionato sarà interessantissimo, con cinque piloti racchiusi in 20 punti”.

Sicuramente meno entusiasta del compagna di squadra, Felipe Massa si è detto anch’esso abbastanza soddisfatto del risultato finale, considerando che le Red Bull, in questo tipo di tracciato, sono inavvicinabili: “E’ il mio miglior risultato in questo Gran Premio e mi fa piacere che sia arrivato proprio ad un anno di distanza dall’incidente. Considerato tutto, è stata una gara positiva. Alla partenza non avevo molta aderenza ma sapevo che sarebbe andata così, visto che mi trovavo dal lato sporco della pista. Contro un avversario che oggi volava abbiamo fatto il massimo. Credo che la decisione di rientrare ai box quando c’è stata la neutralizzazione sia stata giusta: non avevamo la possibilità di imitare Webber, restando così tanto a lungo fuori con le gomme morbide. E’ vero, con il doppio pit-stop ho perso una posizione su Hamilton ma poi la fortuna per una volta si è ricordata di noi e ce l’ha restituita. Una settimana fa a Hockenheim e all’inizio della stagione in Bahrain eravamo i più veloci ma poi la Red Bull è stata sempre la più forte. Dobbiamo continuare a spingere sullo sviluppo per recuperare: fra quattro settimane a Spa vedremo dove saremo rispetto a loro. Il mio campionato non finisce certo qui: è stata una settimana molto particolare e questo è stato un weekend positivo per me e per la squadra”.


Stop&Go Communcation

Grandissima soddisfazione in casa Red Bull per la vittoria di Mark Webber, primo al traguardo con un vantaggio enorme su […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/gp_ungheria_qualifiche_0001211.jpg Budapest, Day 3: Webber trionfa, delusione per Vettel. Ferrari soddisfatta del risultato