Determinato a scrollarsi di dosso tutta la ruggine agonistica accumulata nel corso di un 2009 che l’ha visto impegnato nella Le Mans Series al volante di una biposto Oreca LMP1, il nipote d’arte Bruno Senna potrà finalmente esordire nel Mondiale F.1 edizione 2010 forte del contratto siglato con l’ex team Campos Meta ribattezzato Hispania Racing dal nuovo proprietario Jose Ramon Carabante.  

Reduce dalla presentazione della nuova vettura, segnatamente una Dallara progettata negli stabilimenti di Varano de’ Melegari dal trio Agathangelou-Tredozi-Pignacca, il 26enne pilota brasiliano già top contender nella GP2 Main Series 2008 ha rivelato di aspettarsi nel Gran Premio inaugurale previsto in Bahrain il 14 marzo una monoposto subito più veloce rispetto alle dirette rivali Lotus e Virgin.  

Sia Lotus che Virgin hanno dimostrato nelle prove di Barcellona di poter essere più rapide di una GP2 di appena un secondo – ha attaccato Senna – mentre in base ai calcoli del team Hispania, noi dovremmo essere più performanti di una GP2 di ben due secondi netti. Va da sé che il vantaggio della Dallara nei confronti degli altri due teams esordienti sarà di circa un secondo”.  

Senna ammette che al di là delle performances puramente velocistiche, la Dallara F.1 dovrà necessariamente puntare a concentrarsi sullo sviluppo fin dalle prime prove libere di scena sul circuito di Sakhir venerdì 12 marzo: “Ovviamente la velocità sul giro non è tutto. Mi auguro che l’esperienza degli uomini Dallara ci permetta di avere una vettura senza particolari problemi soprattutto sotto il profilo del sistema idraulico, capace di dare diversi grattacapi a Lotus e Virgin”.  

Ermanno Frassoni


Stop&Go Communcation

Determinato a scrollarsi di dosso tutta la ruggine agonistica accumulata nel corso di un 2009 che l’ha visto impegnato nella […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/bruno.jpg Bruno Senna infonde fiducia nel team Hispania: “La Dallara ha un margine di un secondo su Lotus e Virgin”